Iss, comitato esecutivo: “Dialogo e ascolto con tutti”

SAN MARINO - Condivisione e dialogo sono le due
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Condivisione e dialogo sono le due parole che sottolinea più volte, Andrea Gualtieri, direttore generale dell’Iss, nel corso della presentazione alla stampa del nuovo Comitato esecutivo dell’istituto, da oggi operativo e al completo. Dalla nuova sede della segreteria di Stato per la Sanità, in Città, il segretario Franco Santi introduce così Gualtieri insieme al direttore sanitario e quello amministrativo, Maurizia Rolli e Sandro Pavesi, rimarcando come nomina di questi ultimi sia avvenuta “a seguito di una procedura innovativa rispetto al passato, messa in campo dal nuovo direttore generale”. Santi si riferisce al concorso per colloquio indetto “all’insegna della trasparenza per trovare le persone più idonee che potessero condividere con lui e con il governo un progetto comune che ci vedrà impegnati nei prossimi tre anni, con l’intenzione di raggiungere obiettivi importanti di riorganizzazione e gestione della nostra sanità pubblica, sulla base di obiettivi contenuti all’interno del piano sanitario”.

Gualtieri così definisce sinteticamente il proprio mandato: “In momenti di crisi economica e sociale è importante che la salute e il benessere della popolazione venga perseguito- spiega- attraverso tutti gli strumenti a disposizione dell’Iss”. Massima attenzione quindi sarà posta sul personale dell’istituto: “È importante valorizzare i nostri validi professionisti in tutti gli ambiti che dovranno assieme a noi accogliere questa sfida”. Quindi assicura: “Ci sarà iniziale condivisione e valutazione insieme delle scelte che saranno in capo comitato esecutivo”. In questa direzione per il prossimo 6 marzo è stata indetta una plenaria con tutti i dipendenti e professionisti che sarà “un primo momento di ascolto e dialogo”. Quindi Gualtieri passa la parola ai nuovi componenti della sua “squadra” scelti proprio perchè “meglio di altri hanno saputo interpretare le esigenze del Paese”. Il neo direttore sanitario, Rolli, spiega la sua provenienza dall’Istituto Rizzoli di Bologna dove si è occupata di sviluppo informatico, accreditamento, liste di attesa e sale operatori e di rapporti internazionali. “Stringere legami è fondamentale spiega- per il futuro di una sanità sostenibile che è capace di guardare lontano”.

Quindi il neo direttore amministrativo Pavesi, in curriculum esperienze in realtà sanitarie fuori San Marino: “L’attività amministrativa– spiega- sarà di supporto a quella della direzione“. Infine, alla vigilia dell’audizione di domani in Commissione consiliare sanità, Gualtieri auspica un rapporto con la politica basato su chiarezza delle rispettive funzioni e volontà di dialogo. “Ci porremmo in ottica di dialogo e ascolto– spiega- accettando le critiche che, se non strumentali, sono sempre costruttive”. E ancora: “La nostra attività sarà di confronto con tutti- conclude- riteniamo importante incontrare i Capitani di castello, la consulta sanitaria, il consiglio di previdenza, faremo uno sforzo iniziale per incontrare tutti coloro che hanno esigenza di incontrarci e, dopo una prima fase di rodaggio, riusciremo ad esser operativi su strategie concrete”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»