Musei e biblioteche, Regione lancia progetti per 4 milioni di euro

FIRENZE - La Giunta regionale ha approvato oggi due
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Museo_soffitto

FIRENZE – La Giunta regionale ha approvato oggi due progetti per il settore culturale dal valore complessivo di 4 milioni di euro. Si tratta dei musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali e delle biblioteche e degli archivi nella società dell’informazione e della conoscenza, attuati mediante tre bandi regionali, due rivolti ai musei ed uno rivolto alle reti documentarie toscane.

“Si tratta, ad eccezione della voce relativa alle istituzioni culturali cui dedichiamo un finanziamento specifico da 650.000 euro, di risorse del Piano della cultura 2016 messe a bando e compartecipate- ha sottolineato la vicepresidente e assessore alla Cultura Monica Barni parlando ai giornalisti nel corso del consueto briefing del dopo Giunta-, e pertanto da attivare sulla base di una selezione rigida con finalità orientate a rafforzare la qualità dell’offerta culturale anche mediante la promozione di sistemi culturali, siano essi museali o bibliotecari e con una attenzione specifica al pubblico, in particolare quello giovanile”. Riguardo a musei, ecomusei e sistemi museali, il primo bando è destinato a sistemi museali che proporranno attività progettuali che, una volta ammesse in graduatoria, godranno di un contributo massimo del 50% dei costi complessivi, sino ad esaurimento del fondo da 1,2 milioni di euro. Il secondo bando, che premia tutte quelle strutture- musei ed ecomusei– che hanno già ottenuto il riconoscimento dell’interesse regionale, offre invece un sostegno specifico alle attività educative, informative e didattiche rivolte a diverse tipologie di pubblico, tese ad abbattere le barriere culturali e mirate all’incremento della fruizione e dell’accessibilità cognitiva al patrimonio culturale. Queste attività progettuali, esaminate e poste in graduatoria saranno sostenute con un contributo massimo dell’80% dei costi complessivi, sino ad esaurimento dei fondi disponibili, pari complessivamente a 600.000 euro.

biblioteca_libri

Per quanto riguarda il bando relativo al progetto regionale biblioteche e archivi nella società dell’informazione e della conoscenza, questo è rivolto alle dodici reti documentarie presenti in Toscana (una per ogni territorio provinciale ad eccezione di Firenze che ne conta tre). La soglia minima del progetto di rete deve essere pari a 150.000 euro e quella massima pari a 500.000a euro; l’importo massimo finanziabile da parte della Regione Toscana è pari al 50% del costo totale del progetto, tenendo conto che le risorse regionali disponibili per il 2016 sono pari a 1,62 milioni di euro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»