Multe, Ici, Imu e tributi non pagati? Milano apre al baratto

I cittadini gravati da debiti verso l'amministrazione comunale potranno risolvere il problema offrendo tempo e braccia per lavori utili
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

barattoMILANO – Multe vecchie non pagate? Morosità per la retta della mensa dei figli? A Milano i cittadini gravati da debiti verso l’amministrazione comunale potranno risolvere il problema offrendo tempo e braccia per lavori utili alla collettività. Nelle prossime ore verrà pubblicato l’avviso pubblico per partecipare alla prima esperienza in una grande città del “Baratto amministrativo“, pratica collettiva prevista dallo “Sblocca Italia”. Il baratto è destinato a quei cittadini che hanno debiti maturati fino al 2013 e per un valore minimo di 1.500 euro per tributi comunali quali Ici, Imu, Tarsi, Tares, Tari, violazioni del Codice della strada, pagamenti per servizi resi dall’amministrazione.

francesca_balzani

“Sarà solo per quei cittadini con un reddito Isee non superiore a 21 mila euro e in debito per un motivo incolpevole -spiega Francesca Balzani, vicesindaco e assessore al Bilancio-, come per esempio la perdita del lavoro. Il baratto amministrativo ha quindi una forte valenza sociale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»