Stadio Fiorentina, ok Comune a proroga: progetto entro fine anno

FIRENZE - È fissato al 31 dicembre 2016 il nuovo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

calcioFIRENZE – È fissato al 31 dicembre 2016 il nuovo termine per la presentazione del progetto definitivo del nuovo stadio della Fiorentina. Lo ha deciso oggi la giunta Nardella dando il via libera alla delibera di proroga, dopo la richiesta ufficiale inoltrata al Comune il 23 febbraio scorso dalla società calcistica. Palazzo Vecchio, con questo atto, “conferma di chiudere l’operazione stadio entro l’anno. Siamo impegnati al massimo su questo obiettivo e sulla realizzazione del nuovo mercato”, spiega l’assessore all’urbanistica Lorenzo Perra. Nella delibera, inoltre, l’amministrazione ribadisce il pubblico interesse della proposta presentata dalla società, “che resta risolutivamente condizionata a che Fiorentina presenti il progetto definitivo dell’opera entro il termine del 31 dicembre 2016“.

Il 23 febbraio la Fiorentina ha presentato al Comune una nota nella quale ha comunicato che le indagini tecniche preliminari “hanno confermato la fattibilità di massima dell’intervento, seppure con alcune modifiche di carattere tecnico da apportare al progetto” e ha ribadito “la volontà di dar corso all’elaborazione del progetto e del relativo piano economico finanziario”. Con la stessa nota, la società ha chiesto una proroga per la presentazione del progetto definitivo a partire dalla data di approvazione della delibera che conferma il pubblico interesse.

di Diego Giorgi, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»