Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Donne al centro, l’Osservatorio ‘Ipazia’ dell’UniCusano compie un anno

ROMA - Buon compleanno Ipazia. Compie un
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

unicusano 4

ROMA – Buon compleanno Ipazia. Compie un anno di vita l’Osservatorio scientifico sulle questioni di genere nato all’interno dell’università Niccolò Cusano con l’obiettivo di costruire un quadro completo e costantemente aggiornato delle ricerche, dei servizi, dei progetti e di tutte le iniziative relative alle donne. Strumenti priviliegiati sono gli studi sul genere, l’organizzazione di workshop, seminari e laboratori scientifici a livello locale, nazionale ed internazionale. Responsabile scientifica di Ipazia è la professoressa Paola Paoloni. A un anno di distanza il bilancio “è senz’altro positivo- spiega all’agenzia Dire- L’Osservatorio sta crescendo, durante questo anno ci eravamo posti l’obiettivo di approfondire dal punto di vista scientifico alcune tematiche e soprattutto incermentare la rete. Lo abbiamo fatto attraverso seminari intermedi rivolti agli studenti e con la partecipazione di relatori esterni”. Una delle caratteristiche di Ipazia è che “pur nascendo con un cuore economico aziendale, era bello affrontare un tema così trasversale creando delle aree tematiche che coinvolgessero anche colleghi di Storia, Statistica, Legge ecc, in modo da affrontare il tema ad ampio spettro”. Lo scopo è stato raggiunto e “abbiamo portato la nostra rete e i nostri progetti anche a livello internazionale, sempre declinando i temi generali sulle questioni di genere”.

Dopo il workshop del battesimo, quest’anno Ipazia raddoppia e continua la sua esperienza. Appuntamento il prossimo 8 marzo, giorno della Festa della donna. “Abbiamo ampliato il nostro worskshop- sottolinea Paoloni, docente di Economia aziendale ed Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche- La scorsa volta si è trattato di una mattinata rivolta alla condivisione di alcune esperienze di impresa e interventi scientifici. Il prossimo seminario, oltre alla plenaria con interventi di imprenditrici e rappresentanti del mondi accademico e sititizionale, vedrà nel pomeriggio lo svolgimento di session parallele relative alle varie aree tematiche, al cui interno si confronteranno tutti i professori e i ricercatori che durante l’anno sono cresciuti con noi”. Ipazia, infatti, vuole essere anche un punto di riferimento per enti, associazioni, organizzazioni private, scuole e studiosi interessati e impegnati a valorizzare le differenze di genere e a promuovere le pari opportunità. Non a caso l’Osservatorio prende il nome dalla scienziata dell’antica Grecia icona femminile della libertà di espressione e di pensiero.

di Erika Primavera, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»