hamburger menu

Roma, al via la demolizione dello storico mercato di via Sannio

Dagli anni Sessanta ospita 96 postazioni fisse, momentaneamente trasferite in strada, a due passi dalla basilica di San Giovanni

Pubblicato:01-02-2024 14:45
Ultimo aggiornamento:01-02-2024 16:20
Canale: Roma
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Lo storico mercato di Via Sannio, un dedalo di banchi di abbigliamento, vintage e oggetti vari, a breve cambierà volto. Oggi hanno preso il via, infatti, i lavori di demolizione della struttura – tubi di acciaio e coperture in laminato e plastica – che dagli anni Sessanta ospita 96 postazioni fisse, momentaneamente trasferite in strada, a due passi dalla basilica di San Giovanni. Al suo posto, grazie a un investimento di sei milioni di euro, sarà realizzata una struttura più funzionale e sostenibile, ricoperta con pannelli solari e piante, in grado di ospitare tutti gli attuali operatori. A dare il via ai lavori sono stati il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e il presidente del VII Municipio, Francesco Laddaga, accompagnati da diversi operatori.

“Sono stato un cliente affezionato del mercato quando andavo alle medie qui dietro”, ha confessato Gualtieri, spiegando che si tratta di “un intervento di altissima architettonica, con nuove zone verdi. Questo progetto è armonicamente inserito, con il progetto finanziato con il programma Caput Mundi sulle Mura Aureliane e, con l’intervento giubilare a San Giovanni. Oggi parte la fase di demolizione, finiremo l’intervento nel corso del 2025. Il periodo esatto dipenderà da alcuni passaggi tecnici”.

“È stato fatto un gran lavoro di squadra a tanti livelli. Abbiamo voluto preservare il mercato storico e quindi c’è stato un lungo periodo di lavoro per sottolineare e confermare l’interesse pubblico in modo che il mercato continuasse a vivere su una parte di via Sannio. Entro il Giubileo potremo inaugurare la nuova struttura al quale abbiamo lavorato tutti insieme, dagli operatori al Municipio e al Campidoglio”, ha aggiunto Laddaga.

Soddisfatti gli operatori: “Finalmente partono i lavori, avevamo perso la speranza. Ogni sindaco veniva qui a dire che la situazione sarebbe stata risolta, ora per la prima volta iniziano. Speriamo ora tutto si concluda velocemente”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2024-02-01T16:20:52+01:00