Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Zaki, terminata l’udienza. Domani la decisione del giudice

patrick zaki
Tra poche ore la nuova decisione del tribunale egiziano: se liberare lo studente accusato di sedizione per alcuni presunti post su Facebook, oppure rinnovare la detenzione cautelare che si prolunga già da un anno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È terminata al tribunale del Cairo l’udienza per il rinnovo della detenzione cautelare di Patrick Zaki, ma la decisione del giudice non si conoscerà fino a domani. Lo ha confermato all’agenzia Dire Hoda Nasrallah, l’avvocata che segue la vicenda giudiziaria dello studente egiziano iscritto a un master dell’Università di Bologna.

Sempre all’agenzia Dire il portavoce di Amnesty international, Riccardo Noury, ha commentato: “Speriamo davvero che la giustizia egiziana reputi sufficienti questi mesi di detenzione arbitraria e immotivata e che le pretestuose accuse nei confronti di Patrick siano ritirate, permettendogli di tornare al più presto libero”. Noury ha ricordato che Zaki si trova in carcere dal 7 febbraio del 2020 e che pertanto “ha già scontato quasi un anno di prigione”.

L’ultima udienza di metà gennaio aveva stabilito 15 giorni di reclusione cautelativa, una decisione giudicata “incomprensibile” dai difensori per i diritti umani egiziani, dal momento che la legge in questi casi prevede 45 giorni. Zaki è accusato di sedizione per alcuni presunti post su Facebook, che l’imputato in tribunale ha negato di aver scritto.

LEGGI ANCHE: Patrick Zaki, l’1 febbraio l’udienza per il rinnovo della detenzione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»