Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Governo, Rosato silura Arcuri e chiede “un documento scritto per il programma”

"Si sta gestendo" la campagna vaccinale "in maniera insoddisfacente. Si stanno sprecando i vaccini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Serve un documento scritto che attesti il programma politico della maggioranza, prima che il presidente Roberto Fico salga al Quirinale per riferire sul mandato esplorativo. “Questo l’hanno detto anche il Pd e il M5s, quando ha parlato di cronoprogramma. Ora nessuno di noi pensa che quelle affermazioni li’ che erano cogenti e utili siano uno scherzo. Serve assolutamente”, dice Ettore Rosato a Tagada’ su La7.

Rosato aggiunge che si era convenuto che “uscendo dalle consultazioni col presidente Fico ci sarebbe stato un documento. Ora che quel documento sia preceduto da un verbale e’ un fatto organizzativo”, dice a proposito del fatto che la riunione del tavolo di maggioranza di oggi alla Camera rediga o meno un verbale.

A chi gli chiede se ritiene che Arcuri debba restare o meno al suo posto alla guida della campagna vaccinale, Rosato risponde: “Si sta gestendo” la campagna vaccinale “in maniera insoddisfacente. Si stanno sprecando i vaccini. Il piano vaccinale va fatto in maniera diversa e non dobbiamo spendere soldi per realizzare strane strutture in giro per l’Italia”.

Il nome di Mario Draghi illumina lo sguardo di Ettore Rosato? “Io non tiro per la giacchetta Mario Draghi ma dico una cosa che pensano tutti gli italiani: e’ una straordinaria risorsa per questo paese”. Sarebbe un magnifico premier? “Sarebbe un magnifico quello che volete”, risponde Rosato.

Come finisce il Conte ter? “Io penso che il Conte ter… vediamo. Dipende da come finisce questa discussione”

Una bicamerale per le riforme che coinvolga anche le opposizioni? “Assolutamente si’. Vale anche per il recovery: non si puo’ pensare di fare da soli. Sono terreni su cui coinvolgere le opposizioni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»