Tribunale, pronti bandi e avvisi per cercare otto magistrati

SAN MARINO - Sul Titano si cercano toghe da reclutare per completare le risorse in capo al Tribunale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Sul Titano si cercano toghe da reclutare per completare le risorse in capo al Tribunale unico. La segreteria di Stato per gli Affari interni e la giustizia ha infatti emesso, su mandato del Consiglio giudiziario, due bandi di concorso e tre avvisi pubblici di vacanza per il reclutamento di magistrati. In dettaglio: il primo avviso pubblico di vacanza riguarda la ricerca di un giudice di appello; il secondo quattro posti di giudice per la responsabilità civile; infine l’ultimo interessa un posto di giudice per i rimedi straordinari con competenza civile. Mentre il primo bando di concorso riguarda la selezione di un uditore commissariale, mentre il secondo la selezione di un procuratore del fisco.

Venturini_segretario di Stato Interni“Il reclutamento di nuovi magistrati- commenta il segretario di Stato Gian Carlo Venturini– è volto al completamento dell’organico del Tribunale e si colloca nel quadro dei numerosi interventi posti in essere in questi anni per il rafforzamento del settore Giustizia”. Tutti gli avvisi e i bandi sono affissi presso Palazzo Pubblico, gli uffici della Pubblica amministrazione, nonché presso la sede del Tribunale e le Case dei Castelli. Possono, inoltre, essere scaricati dal sito internet www.interni.segreteria.sm e dal portale dello Stato www.sanmarino.sm alla voce “bandi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»