Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Acqua troppo calda, i granchi preferiscono la terraferma

I granchi, hanno osservato i ricercatori, a causa dei cambiamenti climatici e, in particolare dell'innalzamento delle temperature marine, hanno deciso di cambiare il proprio habitat lasciando l'acqua per trasferirsi, alla ricerca di ossigeno, sulla terraferma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

granchioROMA – Studiare il comportamento animale, la capacità di adattamento delle diverse specie, può fornire molte informazioni sulla vita terrestre. Può servire per dare risposte al presente, guardare al futuro ma, anche, chiarire molte cose del passato. Un chiaro esempio è fornito dallo studio sui granchi “The trade-off between heat tolerance and metabolic cost drives the bimodal life strategy at the air-water interface” pubblicato su Nature Scientific Reports.

Una ricerca scientifica tutta italiana che vede coinvolta l’Università di Firenze e uno dei più autorevoli istuituti di ricerca sui cambiamenti climatici, l’ Alfred Wegener Institute for Polar and Marine Research. Il team di ricercatori, coordinato da Stefano Cannicci, ha osservato il particolare comportamento dei granchi Pachygrapsus marmoratus, una specie molto comune di Calafuria, sul mar Tirreno.

I granchi, hanno osservato i ricercatori, a causa dei cambiamenti climatici e, in particolare dell’innalzamento delle temperature marine, hanno deciso di cambiare il proprio habitat lasciando l’acqua per trasferirsi, alla ricerca di ossigeno, sulla terraferma. Passano, cioè, “da una respirazione prettamente acquatica a una aerea, per evitare il crollo di ossigeno conseguente al riscaldamento dell’acqua”.

Stefano Cannici, zoologo dell’ateneo fiorentino, ha dichiarato che “abbiamo dimostrato per la prima volta che l’innalzarsi delle temperature delle acque oceaniche guida un processo evolutivo importante come quello della colonizzazione delle terre emerse. In un periodo come quello attuale, caratterizzato da un costante e rapido aumento della temperatura di atmosfera e oceani, una strategia evolutiva che può essere messa in atto dalle specie che vivono tra il mare e la terra è, in effetti, quella di diventare più terrestri e meno marine”.

L’adattamento che oggi stanno mettendo in pratica i granchi potrebbe, quindi, spiegare come possa essere avvenuto uno dei passaggi evolutivi più importanti della storia, che ha portato all’evoluzione delle specie terrestri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»