Unioni civili, Brambilla: “Voterò per estendere i diritti, no allo stralcio della stepchild adoption”

“Chi, come me, si è sempre battuta per l’estensione dei diritti e per mettere al primo posto la tutela dei bambini, al di là dei pregiudizi di parte e di partito, non potrà che votare questo disegno di legge, con la certezza che potrà sempre essere migliorato in futuro. E io mi impegnerò per migliorarlo”. Michela Vittoria Brambilla, ex ministro, deputata di Forza Italia e presidente della Bicamerale per l’infanzia, annuncia in un’ intervista al “Corriere della Sera” il suo sì al ddl Cirinnà. E aggiunge che da parte del presidente Berlusconi non c’è stato alcun cambio di posizione: “E’ determinato a regolamentare le unioni civili, cosi come a rispettare la libertà di coscienza sui temi etici. Ed è sempre stato così. Che poi la maggioranza dei nostri senatori non condivida i contenuti del ddl Cirinnà o guardi ad essi con sospetto, non è una novità per nessuno. Alla Camera gli equilibri saranno diversi”.

“Non si tratta di uno scontro tra laici e cattolici”, tiene a precisare l’on. Brambilla. “Tra l’altro – sottolinea – io sono cattolica. Chi segue questa falsariga perde di vista il punto più importante: il superiore interesse del minore. I bambini e le bambine inseriti nella realtà di una coppia omosessuale esistono già, il legislatore non può voltarsi dall’altra parte ignorando le loro esigenze di tutela. Che possono essere garantite solo con la stepchild adoption, che li rende figli a pieno titolo con tutti i diritti di cura, mantenimento, ereditari”. L’affido rinforzato “sarebbe del tutto inadeguato alla protezione dei bambini, che non possono restare nel limbo di status precari e reversibili”. Quindi la presidente della bicamerale per l’infanzia dice “no” allo stralcio della stepchild adoption. “Mi impegnerò per migliorare il testo che ci arriverà dal Senato con diverse criticità. Il fronte di discussione sarà ampio e mi auguro si potrà arrivare a soluzioni più condivise”. Comunque Forza Italia, solo perché discute sul tema, non può essere accusata di disattenzione verso il mondo che cambia: “La ricchezza di una grande forza liberale quale Forza Italia è sempre stata anche la sua polifonia e la sua capacità di dare ascolto e tribuna a tutte le opinioni, rappresentando ogni diversa anima del Paese. Così accade anche oggi”.

On. Michela Vittoria Brambilla

15 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

On. Michela Vittoria Brambilla

Politica e imprenditrice italiana. È stata Ministro per il turismo nel IV Governo Berlusconi e sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Deputato di Forza Italia, eletta nella circoscrizione Emilia-Romagna, è attualmente Presidente della Commissione Bicamerale per l'Infanzia e l'adolescenza e componente della Commissione Affari sociali. Convinta animalista, ha fondato la Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, che promuove il riconoscimento e la difesa dei diritti degli animali e la tutela dell’ambiente.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram