AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Un voto di civiltà per la nuova città della Sibaritide

A Rossano e Corigliano si è espresso un voto di civiltà che sancisce, con il referendum di ieri, la nascita della terza città della Calabria. È stata sconfitta la paura della modernità e non hanno prevalso ataviche rinchiusure municipalistiche.

La nuova città sarà un punto di forza per l’intera Calabria. Inevitabilmente essa costituirà un polo attrattivo e fortemente produttivo per la crescita sociale ed economica regionale. La nuova città avrà anche una forte identità storico~culturale; sarà, di fatto, una capitale magnogreca. Essa è destinata ad avere una centralità ed una funzione strategica nell’ambito regionale. Mi auguro che quanto si è registrato tra le due più importanti città della Sibaritide possa essere da esempio per avviare anche il processo di unificazione dell’area urbana cosentina.

Il voto di ieri unisce e non divide. L’impegno per promuovere la città unica sull’asse Cosenza, Rende, Unical dovrà essere profuso nel segno della emulazione e non della competizione. Una forte sinergia tra le due potenziali nuove città sarà una convenienza non solo per I territori interessati ma per la modernizzazione del sistema istituzionale regionale e meridionale.

On. Enza Bruno Bossio

23 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988