AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Roma, sui trasporti il M5S tradisce i disabili

Il M5S romano prende in giro ancora una volta i suoi cittadini, ma la cosa qui è ancora più grave: parliamo, infatti, della disabilità. Ho letto con sconcerto una nota della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) Lazio che, dopo aver lavorato con l’amministrazione capitolina al tavolo per la concertazione del piano di trasporto per la disabilità, all’uscita della bozza finale si è accorta che nessuna delle sue indicazioni è stata accolta. Come deputato eletto a Roma, ma soprattutto come disabile, trovo vergognoso, dopo aver letto questa bozza, che il peso del trasporto ricada nuovamente sulle famiglie e sui disabili, senza sostengo da parte del Comune.

 

Roma è Capitale, ma da quando abbiamo la sindaca Raggi le difficoltà stanno aumentando per chi vive una situazione di disabilità: tutto viene deciso in base ai soldi disponibili, con quest’alibi perenne, ma voglio ricordare che la politica deve essere in grado di fare scelte e quindi tagli da una parte o dall’altra, ma non può negare i diritti dei più deboli. Il disabile, cara Raggi, è persona e la sua libertà di scelta non può e non deve essere messa in discussione da un’incapacità di fare un bilancio. Sono con la FISH e con loro, se serve, farò battaglia.

On. Ileana Argentin

21 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

On. Ileana Argentin

Laureata in scienze politiche e giurisprudenza presso La Sapienza. Affetta da amiotrofia spinale, opera subito nell’associazionismo e nel volontariato. Presidente della U.I.L.D.M.(Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Roma. Viene eletta al Consiglio Comunale, con il Sindaco di Roma Francesco Rutelli diventa membro delle commissioni consiliari di Bilancio, Lavori Pubblici e delle Elette. Riveste la carica di Presidente dell’ ALM (Associazione Nazionale Motulesi). In seguito, viene confermata come consigliere comunale, prima del Partito Democratico di Sinistra e poi nei Democratici di Sinistra. Il Sindaco Veltroni le conferisce la Delega, prima per le Politiche dell’Handicap e successivamente quella per la Salute Mentale e la Legge 626. Viene eletta all’Assemblea Costituente nazionale del Partito Democratico. Nelle elezioni politiche del 2008 è eletta Deputato della Repubblica. Riconfermata a Montecitorio nelle elezioni del 2013 dopo la vittoria delle Primarie PD: prima donna a Roma.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988