Riforme: da Pd cortocircuito politico-mediatico

“Le parole di Franceschini sul referendum (“Usare la riforma per sconfiggere Renzi e’ un atto contro il Paese”) creano un ulteriore cortocircuito politico-mediatico, inevitabile conseguenza del congresso permanente che da mesi si svolge all’interno del Pd e della personalizzazione dell’appuntamento referendario voluta dallo stesso Renzi. Proprio perché si tratta di una riforma così importante ci aspetteremmo un atteggiamento più responsabile da parte del premier e del principale partito di maggioranza. Fermo restando che si tratta di una riforma che, unita al combinato disposto dall’Italicum, rischia di generare una deriva autoritaria nel nostro Paese. Quanto avvenuto con la legge sulle unioni civili ne e’ stato solo l’antipasto”. Lo dichiara il deputato Alessandro PAGANO.

 

 

On. Alessandro Pagano

31 maggio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988