Petra Laszlo, vergogna umana, è stata pure premiata

Ricordate la scena con la giornalista ungherese di una tv che prendeva a calci i migranti e sgambettava pure un padre facendolo cadere in terra con figlio in braccio? (qui il video https://youtu.be/zUmIGzJ1Qf0 )  La vergogna umana si chiama Petra Laszlo, ed oggi i suoi amici estremisti di destra che governano l’Ungheria le hanno assegnato un importante premio per un documentario. Il film, protestano ong e partiti di opposizione, è stato sponsorizzato con finanziamenti pubblici. Alla faccia di quello che ha fatto.  Invece ha perduto il lavoro il migrante che era stato sgambettato dalla giornalista iperpatriottica e antiprofughi. Si chiama Osama Abdul Mohsen. Lui è stato licenziato dalla scuola spagnola di allenatori per la quale aveva lavorato finora. Per un semplice motivo: non aveva imparato lo spagnolo.

Nico Perrone

20 ottobre 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988