AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

PA digitale per Industria 4.0

Oggi sono intervenuta in qualità di componente dell’Intergruppo Innovazione della Camera dei deputati, al Forum PA 2016 che si sta tenendo al Palazzo dei Congressi a Roma, in particolare nella tavola rotonda “Lo Stato Innovatore: verso una PA 4.0 in un’economia 4.0” che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

Nel mio intervento ho sottolineato come non serva una PA che faccia di meno o di più, quanto piuttosto una PA che faccia meglio riorganizzando i processi.

Per quanto riguarda Sviluppo digitale PA il modello indicato dal Governo e dal Parlamento è quello giusto. Infatti, nel piano triennale illustrato dal direttore generale Agid, obiettivo è una PA che avvii un percorso di switch off dalla carta verso il digitale anche attraverso la Anagrafe unica digitale della popolazione e il Pin unico digitale (SPID).

Per quanto concerne poi Industria 4.0  le grandi aziende sono al lavoro ma le piattaforme devono diventare intelligenza collettiva condivisa spingendo su open innovation e Start Up. Siamo, insomma, di fronte ad una strada inevitabile della economia della condivisione, dei big data, del l’internet delle cose. Basti pensare che Google è la società più valutata al mondo e non ha un prodotto tangibile, ma solo dati.

Infine, il punto più importante sul quale è necessario battersi, sono le competenze digitali: il ritardo qui è molto forte anche a livello universitario; dobbiamo colmare il gap insegnando a programmare fin dalle scuole medie inferiori. Dobbiamo mettere in campo i talenti dei giovani unica grande risorsa per battere davvero il declino.

On. Enza Bruno Bossio

26 maggio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988