AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Nuovi LEA, un giorno importante per la Sanità italiana

Un altro passo avanti per chi vive situazioni di difficoltà. Oggi il nostro primo ministro Gentiloni ha firmato il DPCM sui nuovi LEA, Livelli essenziali di assistenza. Per gli esperti del settore ciò significa mille e più possibilità di rispondere a chi, fino a oggi, veniva dimenticato per una patologia rara o per vecchie norme che non trattavano necessarie analisi diagnostiche, mentre per tutti gli altri questo atto politico sarà fondamentale per quelle prestazioni sanitarie che avevano costi oggi abbattuti. Occupandomi da sempre di disabilità, voglio ringraziare la mia Commissione alla Camera sulla Sanità, la XII, per il grande lavoro che ha svolto, tenendo sempre presente non il consenso ma le necessità degli uomini e delle donne del nostro Paese. I disabili “rari” riusciranno finalmente a superare difficoltà burocratiche e amministrative per ottenere diritti e servizi che spettano loro, mentre fino a ieri i nomi delle patologie da cui sono affetti, e quindi non le loro condizioni fisiche, li differenziavano ingiustamente dagli status di disabilità con tutto ciò che ne consegue. Che dire, ci sono voluti tanti anni ma ce l’abbiamo fatta, anche e soprattutto per quanto riguarda la prevenzione e la cura. Sempre di più abbiamo la dimostrazione che questo governo – e questo Parlamento – di centrosinistra fa le cose fatte bene e non parla solo di banche come continua invece a fare parte dell’opposizione, vedi M5S.

On. Ileana Argentin

13 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

On. Ileana Argentin

Laureata in scienze politiche e giurisprudenza presso La Sapienza. Affetta da amiotrofia spinale, opera subito nell’associazionismo e nel volontariato. Presidente della U.I.L.D.M.(Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Roma. Viene eletta al Consiglio Comunale, con il Sindaco di Roma Francesco Rutelli diventa membro delle commissioni consiliari di Bilancio, Lavori Pubblici e delle Elette. Riveste la carica di Presidente dell’ ALM (Associazione Nazionale Motulesi). In seguito, viene confermata come consigliere comunale, prima del Partito Democratico di Sinistra e poi nei Democratici di Sinistra. Il Sindaco Veltroni le conferisce la Delega, prima per le Politiche dell’Handicap e successivamente quella per la Salute Mentale e la Legge 626. Viene eletta all’Assemblea Costituente nazionale del Partito Democratico. Nelle elezioni politiche del 2008 è eletta Deputato della Repubblica. Riconfermata a Montecitorio nelle elezioni del 2013 dopo la vittoria delle Primarie PD: prima donna a Roma.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988