Niscemi. Sfratto al commissariato di polizia. Pagano: “Sono indignato. Il nostro è uno Stato di diritto”.

“Sono indignato! Il nostro è uno Stato di diritto”. Sono queste le parole dell’On Alessandro Pagano, componente della commissione giustizia della Camera, in occasione della interrogazione parlamentare.Come può uno Stato pensare di garantire la sicurezza al suo popolo, se non è capace di assicurare nemmeno  la sussistenza stessa dei presidi di legalità del territorio, come il commissariato di polizia, raggiunto giorni fa da sfratto non reso esecutivo per mera pietà istituzionale.E’ nella più totale disattenzione degli organi competenti che la criminalità trova spazi liberi d’inserimento, facilitata inoltre da una di munizione di organico, dovuta a continui trasferimenti, pensionamenti senza alcuna sostituzione e prolungati stati di malattia. La precarietà genera insicurezza, l’insicurezza genera malcontento e il malcontento un perenne stato di sfiducia e senso d’impotenza.Non è possibile, che ai cittadini di un comune non vengano garantiti i diritti minimi di sicurezza, è inaudito che si rischi di non poter esporre denuncia per mancanza dell’organo competente.  Vorrei ricordare, in primis al premier Renzi che il nostro è uno stato di diritto e come tale deve assicurare la salvaguardia e il rispetto dei diritti e delle libertà dell’uomo, insieme alle garanzie dello stato sociale.Sono indignato come uomo, come cittadino e ancor più come politico. Tuona, l’On.  Alessandro Pagano, il quale,  pretende che vengano intraprese le dovute iniziative, di concerto con l’amministrazione comunale di Niscemi, volte a garantire una sistemazione idonea allo svolgimento dell’attività di polizia e controllo del territorio, utilizzando immobili comunali attualmente in disuso.

 

On. Alessandro Pagano

15 giugno 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram