AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Le mie “Fiabe Diverse”, un inno alla diversità

“Diversi è bello!” È questo lo spirito con cui ho deciso di scrivere il mio nuovo libro, Fiabe Diverse, una raccolta di venti favole da me inventate in cui i protagonisti sono personaggi “diversi”: da una principessa in carrozzina a una fata di colore, da un bambino affetto da autismo a una gallina cicciona.

Le fiabe sono destinate ai più piccoli di oggi che saranno gli adulti del domani: per questo il libro non sarà in vendita ma verrà, inizialmente, regalato a scuole elementari e medie di Roma e anche alle biblioteche della città. Questo mio testo nasce con la voglia di abbattere i pregiudizi e le false posizioni sulle diversità e i disagi delle persone. Non mi stancherò mai, infatti, di dire che siamo tutti diversi l’uno dall’altro e che ciò è un patrimonio: l’omologazione farebbe di noi un mondo privo di colori, emozioni e sentimenti.

Importantissimo per questa pubblicazione è stato il ruolo dell’Università Niccolò Cusano, che ha curato la stampa di Fiabe Diverse, un progetto che non si limita solo alla stesura del libro, bensì si lega a un desiderio di sensibilizzazione sul tema della diversità ben più ampio: per questo ci tengo a rivolgere i miei ringraziamenti anche ai tanti personaggi dello spettacolo e dello sport – da Massimo Lopez a Cinzia Leone, da Luca Barbarossa a Lunetta Savino, da Alex Zanardi al regista premio Oscar Bernardo Bertolucci – che hanno deciso di prestare la propria presenza e voce per contribuire a espandere il messaggio lanciato dal libro, realizzando dei video in cui ognuno legge una delle mie favole; video che sto pubblicando dal 3 dicembre – Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità – sui miei profili social.

Quest’anno per me la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità è stata totalmente all’insegna dei più piccoli: il 5 dicembre, infatti, la Camera vota una mozione di cui sono prima firmataria, relativa alla realizzazione di parchi giochi inclusivi, che diano anche ai bambini con disabilità il diritto di giocare in spazi adatti alle loro esigenze e con strumenti idonei alle loro “diverse” capacità.

On. Ileana Argentin

05 dicembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

On. Ileana Argentin

Laureata in scienze politiche e giurisprudenza presso La Sapienza. Affetta da amiotrofia spinale, opera subito nell’associazionismo e nel volontariato. Presidente della U.I.L.D.M.(Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Roma. Viene eletta al Consiglio Comunale, con il Sindaco di Roma Francesco Rutelli diventa membro delle commissioni consiliari di Bilancio, Lavori Pubblici e delle Elette. Riveste la carica di Presidente dell’ ALM (Associazione Nazionale Motulesi). In seguito, viene confermata come consigliere comunale, prima del Partito Democratico di Sinistra e poi nei Democratici di Sinistra. Il Sindaco Veltroni le conferisce la Delega, prima per le Politiche dell’Handicap e successivamente quella per la Salute Mentale e la Legge 626. Viene eletta all’Assemblea Costituente nazionale del Partito Democratico. Nelle elezioni politiche del 2008 è eletta Deputato della Repubblica. Riconfermata a Montecitorio nelle elezioni del 2013 dopo la vittoria delle Primarie PD: prima donna a Roma.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988