La monnezza, l’assessore da un milione di euro e la logica del Franza o Spagna…

“Molte falsità sono state scritte sul mio conto… capire chi pur di fare in modo che nulla cambi sceglie di sacrificare la città pianificando un vero e proprio golpe dei rifiuti” e via col tango. Insomma la nuova assessora all’Ambiente, Paola Muraro,  come da tradizione, la butta in ‘caciara’. Invece di spiegare, di argomentare quello che ha fatto per 12 anni da consulente super pagata di Ama, se la prende con chi chiede chiarezza. Il Movimento di Grillo ha sempre fatto il pelo e contropelo agli altri, chiedendo conto delle consulenze, di giustificare addirittura gli scontrini. Adesso tocca a loro spazzare via ogni dubbio su chi oggi ha compiti di governo sotto il simbolo dei Cinquestelle.  Altrimenti si rischia di dare spazio ai soliti sospetti, che anche tra ‘grillini’  ci sia chi pensa “Franza o Spagna purché se magna”.

Nico Perrone

01 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988