Evviva Orlando, che si candida per l’unità e nel rispetto degli altri candidati

Le dichiarazioni di Orlando mi riempiono il cuore di felicità. Finalmente si parla di nuovo di unità, non si cerca a tutti i costi un nemico e ci si rispetta, ognuno con le sue diversità. Andrea è il candidato giusto per il Congresso: sono però un po’ preoccupata per quello che sta accadendo nel Sud, dove la chiave di lettura ‘Vota Emiliano’ è più legata all’appartenenza territoriale che alle potenzialità del candidato. Non dobbiamo spacchettare l’Italia in regioni ‘rosa, rosa fucsia o rosse’: il Partito può contenerle tutte e la responsabilità di chi non pensa alla cittadinanza del PD ma solo ai giochi di potere può avere un effetto boomerang in cui ci autodistruggiamo per arrivare a fare tana. Non è così che dobbiamo vivere il Congresso: pensiamo a ricostruire i nostri rapporti con la base e, al di là di chi vincerà, avremo vinto tutti.

On. Ileana Argentin

13 marzo 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

On. Ileana Argentin

Laureata in scienze politiche e giurisprudenza presso La Sapienza. Affetta da amiotrofia spinale, opera subito nell’associazionismo e nel volontariato. Presidente della U.I.L.D.M.(Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Roma. Viene eletta al Consiglio Comunale, con il Sindaco di Roma Francesco Rutelli diventa membro delle commissioni consiliari di Bilancio, Lavori Pubblici e delle Elette. Riveste la carica di Presidente dell’ ALM (Associazione Nazionale Motulesi). In seguito, viene confermata come consigliere comunale, prima del Partito Democratico di Sinistra e poi nei Democratici di Sinistra. Il Sindaco Veltroni le conferisce la Delega, prima per le Politiche dell’Handicap e successivamente quella per la Salute Mentale e la Legge 626. Viene eletta all’Assemblea Costituente nazionale del Partito Democratico. Nelle elezioni politiche del 2008 è eletta Deputato della Repubblica. Riconfermata a Montecitorio nelle elezioni del 2013 dopo la vittoria delle Primarie PD: prima donna a Roma.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram