Comincia la campagna elettorale, sarà sfida Renzi-Pisapia

Stasera il  faccia a faccia tra i tre candidati e il 30 aprile le primarie per ‘eleggere’ il nuovo segretario del Pd. Stando ai sondaggi Matteo Renzi verrà riconfermato alla guida dei Dem e quindi toccherà a lui guidare il partito alla prossima scadenza elettorale, forse già il prossimo ottobre. Per quanto riguarda i movimenti a sinistra del Pd, va registrato l’accordo tra Pisapia, D’Alema, Bersani e Rossi stretto a margine della manifestazione per il 25 aprile a Milano. Lo scenario è già chiaro, ribadito ancora oggi dallo stesso Pisapia: c’è un popolo disponibile a votare per un nuovo centrosinistra. Ci sarà Il Pd? Sarebbe meglio, ma si può fare anche senza Pd ha sentenziato Pisapia. Quindi: o Renzi accetta di fare primarie di coalizione, e a quel punto sarà sfida a due, tra lui e  Pisapia; oppure alle prossime elezioni il nuovo centrosinistra, con Pisapia leader, scenderà in campo con l’obiettivo di ottenere almeno un 10 per cento di consensi. Un 10 per cento che conterà comunque quando bisognerà trattare per formare una nuova maggioranza di governo.

Nico Perrone

26 aprile 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

Nico Perrone

Nico Perrone, giornalista parlamentare dal 1990, è stato il primo praticante della Dire al momento della nascita nel 1988. Ha seguito i lavori parlamentari fino al 1994 quando si è trasferito a Bologna per aprire la sede DIRE Emilia-Romagna. Dal 2000 al 2006 è stato alla direzione del quotidiano Il Domani di Bologna. Tornato a Roma, come vicedirettore, ha diretto il servizio politico della Dire fino alla nomina di direttore responsabile alla fine del 2011.

IL DIRETTORE RICEVE


DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram