AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Bene la nomina di Cafiero De Raho alla guida della Procura Nazionale Antimafia

Mi ero già espressa favorevolmente sulla nomina del Procuratore Cafiero De Raho, quando nelle scorse settimane ci fu l’audizione del vicepresidente del Csm Legnini, che ci aveva un po’ anticipato che probabilmente si sarebbe andati in questa direzione, considerati gli ampi consensi sulla sua figura. Condivido questa scelta, non solo per le capacità e le qualità di Cafiero De Raho ma anche per quello che ha fatto sulla vicenda della sottrazione dei minori alle famiglie mafiose, dentro un discorso non punitivo ma indirizzato ad un lavoro coordinato con il Tribunale dei minori di Reggio Calabria e con le altre istituzioni giudiziarie di quella provincia. Un modello che lo stesso Csm vuole prendere come riferimento a livello nazionale e sul quale io stessa ho presentato una proposta di legge che va in questa direzione.

La seconda cosa che mi auguro è che anche Cafiero De Raho sia d’accordo con la posizione del procuratore Franco Roberti per il quale la legalizzazione, non la liberalizzazione, delle droghe leggere sia un fatto importante per sottrarre al controllo della mafia il mercato della droga.

On. Enza Bruno Bossio

08 novembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988