AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Alimentare:Oliverio (Pd),rivedere politiche su grano e pane

”Rivedere urgentemente tutte le politiche nel settore del grano e della produzione del pane, perche’ e’ ormai insostenibile il fatto che dal campo alla tavola i prezzi aumentino del 1450%”. Lo afferma il capogruppo Pd in commissione Agricoltura Nicodemo Oliverio, a proposito della manifestazione della Coldiretti. ”E’ anche necessario attivare strumenti che impediscano l’importazione di grano straniero destinato a produrre pane e pasta senza un’etichetta chiara sulla reale provenienza del grano stesso – precisa Oliverio – preoccupa poi anche il fatto che l’Italia nel 2015 abbia importato 4,8 milioni di tonnellate di frumento tenero, che coprono quasi la meta’ del fabbisogno essenzialmente per la produzione di pane e biscotti; l’Italia non si puo’ piu’ permettere l’importazione dall’estero del 40% del fabbisogno per la pasta; le scelte politiche e commerciali del passato hanno prodotto errori molto gravi che oggi paghiamo caramente”. Il capogruppo ricorda che e’ fatto con grano straniero un pacco di pasta su tre e circa la meta’ del pane in vendita ma la gravita’ sta che i consumatori non lo sapranno mai, perche’ non e’ obbligatorio indicare la provenienza in etichetta.

On. Nicodemo Nazzareno Oliverio

24 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988