EMILIA ROMAGNA
Sorpresa all'università: 'scoperto' il rotolo completo di Torah più antico del mondo - FOTO
28-05-2013
di Andrea Sangermano



BOLOGNA - L'Alma Mater di Bologna scopre di avere in casa, nella Biblioteca universitaria, il rotolo completo di Torah più antico del mondo. Risale a un periodo tra la fine del XII e l'inizio del XIII secolo (1155-1225) ed è conservato da tempo immemore alla Bub, tanto che non se ne conosce la provenienza.



A fine '800 era stato catalogato come "dalla scrittura goffa" e risalente al 1600. In realtà il cosidetto "Rotolo 2", fatto di pelle ovina, lungo 36 metri e alto 64 centimetri, è più vecchio ed è di valore immenso. "Almeno un milione di euro", spiega oggi in conferenza stampa, il professor Mauro Perani, docente di Ebraico al Dipartimento dei Beni culturali (sede di Ravenna) e autore della scoperta.



Nell'esaminare il rotolo per il nuovo catalogo della Bub, Perani si e' accorto che "la grafia era molto antica e di origine orientale". In contatto con i massimi esperti al mondo di ebraismo, il professore ha avuto conferma dei suoi sospetti. Sono seguiti due esami al carbonio 14, di cui uno negli Stati Uniti, che hanno confermato la datazione. Della scoperta è stato subito informato il ministro dei Beni culturali, Massimo Bray.





Articoli Correlati
Disclaimer | Privacy | Copyright