Festival Internazionale della Robotica 2018 - dire.it

Festival Internazionale della Robotica

Pisa, 27 settembre - 3 ottobre 2018

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Scopri il Festival
con lo speciale
dell'Agenzia Dire

Robotica e
beni culturali

Il futuro che salva il passato, la tecnologia per dare nuova vita alle opere d’arte. Al Festival internazionale della Robotica del 2018 scienza e conservazione si uniscono, alla ricerca di soluzione innovative per la tutela del patrimonio artistico.

Così come l’alluvione di Firenze del 1966 costrinse i restauratori a misurarsi con emergenze mai sperimentate e portò, nel 1975, alla nascita della versione moderna dell’Opificio delle Pietre Dure, anche gli eventi sismici che negli ultimi 40 anni hanno colpito l’Italia hanno obbligato un’intera generazione di conservatori e restauratori a fare i conti con i danni al patrimonio culturale diffuso nei luoghi colpiti da calamità.

Robotica, ambiente, emozioni.

 La richiesta di cibo cresce più della superficie agraria, che non deve aumentare a danno delle aree naturali e della loro biodiversità.

I robot agricoli possono dare un grande contributo per rendere l’agricoltura più produttiva e sostenibile dal punto di vista ambientale. Con il rapido sviluppo della scienza e della tecnologia agricola, l’automazione è diventata la principale forza trainante per la modernizzazione dell’agricoltura.

Continua a leggere…

“Migliorare le conoscenze psico-fisiologiche dell’interazione tra uomo e animali e verificare la presenza di forme di contagio emotivo su base empatica, tra l’essere umano da una parte, il cavallo e il cane dall’altra, è la nostra proposta”.

Continua a leggere…

I Robot e la vita di tutti i giorni

“MoBot”, acronimo di “Mobile Robot”, è un sistema robotico pensato per il trasporto delle merci fra il parcheggio e le abitazioni del centro storico chiuso al traffico privato, in grado di muoversi in maniera autonoma e di recapitare a domicilio la spesa, i farmaci o altre tipologie di merci.

Continua a leggere…

L'arte del futuro

Giacomo Puccini con le sue arie immortali e una straordinaria sorpresa resa possibile dalla tecnologia, la voce di Andrea Bocelli che da Pisa continuerà a incantare il mondo, la chitarra appartenuta a Giuseppe Mazzini, l’opera-robotica Dr. Streben, con robot in scena, ma anche un’altra novità come il concerto sinfonico interattivo e in tempo reale “LoLa”, con le orchestre divise fra Pisa e Trieste che, grazie a un collegamento internet superveloce, riescono a suonare insieme amalgamando gli strumenti, annullando ogni distanza.

Continua a leggere…

Le piante del futuro

Il Plantoide è il primo robot pianta al mondo che replica le caratteristiche meccaniche e chimiche di una radice. È costituito da un apice radicale munito di sensori, che permettono al robot di riconoscere le sostanze presenti nell’ambiente, come acqua, sali o inquinanti disciolte nel suolo.

Continua a leggere…

Caterino, il robot che voleva dormire

Dal 27 settembre al 3 ottobre si terrà a Pisa la seconda edizione del festival internazionale della robotica. La prima edizione, quella del 2017, ha registrato un afflusso ben oltre le aspettative: più di 10mila presenze. La prossima settimana, dunque, torneranno le esposizioni, ma anche i momenti di esibizione delle applicazioni industriali e nella vita quotidiana dei robot frutto della ricerca scientifica, che ha nella citta’ della torre un polo d’eccellenza. Il momento clou sara’ il 3 ottobre con la serata di beneficenza

Continua a leggere…