Unicusano: il 7 settembre al via scuola estiva arpinate

ROMA – Scuola estiva arpinate alla settima edizione. Un’iniziativa promossa dal professor Enrico Ferri che quest’anno si occuperà di un tema di scottante attualità: “Diritto e religioni”, dal 7 al 9 settembre, presso la Fondazione Mastroianni, ad Arpino. I promotori di quest’edizione sono l’Università di Cassino, quella della Magna Grecia e l’Unicusano, dinamico ateneo telematico presente a livello internazionale e attivo anche nella realtà dello sport, con la recente acquisizione della squadra della Ternana e nei media, con radio Cusano Campus e il settimanale Unicusano Focus. “La caratteristica principale della scuola estiva- dice il professor Ferri, che insegna Filosofia del diritto all’Unicusano- è stata sempre l’attenzione ad aspetti significativi della realtà socio-politica contemporanea, affrontati con un approccio scientifico e da prospettive differenziate. In quest’edizione il tema sarà quello della religione e dei molteplici modi in cui si può rappresentare ed ‘usare’ il sacro, con i fini più diversi”. E per saperne di più e semmai capire come in nome di Dio si possano uccidere degli innocenti, ci saranno una serie di interventi di docenti universitari ed esperti provenienti da diverse realtà accademiche dell’Italia, ma pure dalla Spagna e dall’Inghilterra.

Il professor David Mac Lellan dell’Università di Canterbury, nel Kent, ad esempio affronterà una questione vitale, i rapporti fra politica e religione: “In teoria religione e politica si occupano di ambiti diversi, del sacro e della sfera privata la prima, del profano e della sfera pubblica la seconda”, dice il professor Mac Lellan, che però aggiunge: “In realtà, tanto la politica che la religione stabiliscono una serie di regole, che interessano i comportamenti e le relazioni umane e che a volte entrano in concorrenza e in contrasto tra di loro”. Anche quest’anno la Scuola Estiva Arpinate sarà frequentata da 25 borsisti, studenti universitari e dottorandi provenienti da varie parti dell’Italia e dell’ Unione europea, che per i tre giorni dell’iniziativa saranno ospitati nella città di Cicerone presso il Country Hotel “Il Ciclope”, e “avranno l’opportunità di conoscere una realtà come Arpino, che è una sintesi vivente di tradizioni diverse, che rispecchiano tremila anni di storia e sono rintracciabili nell’archeologia, nella letteratura, nell’arte, nella gastronomia della nostra città, di cui parte importante è l’ospitalità”, dice l’avvocato Renato Rea, sindaco di quella che è considerata la capitale culturale della Ciociaria.

I lavori della Scuola Estiva Arpinate inizieranno giovedì 7 settembre alle 11, presso la Fondazione Mastroianni, con la relazione del professor Carlo Cardia “Religione e dignità umana nell’epoca della globalizzazione” e saranno aperti a tutti gli interessati. Patrocinano quest’edizione la Città di Arpino, la Fondazione Mastroianni e l’Istituto Internazionale Jacques Maritain, che sarà presente all’iniziativa anche con il suo presidente, il professor Gennaro Curcio che sarà uno dei relatori.

31 Agosto 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»