AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Minacce al giornalista per l’inchiesta ‘Aemilia’. Aser parte civile e denuncia l’aumentare del fenomeno

gabriele franzini“Totale, incondizionata solidarietà” a Gabriele Franzini, direttore del telegiornale di Telereggio, da parte del’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna (Aser), il sindacato dei giornalisti regionale. Franzini è stato infatti oggetto di minacce per aver seguito la maxi inchiesta “Aemilia”, che ha svelato ambienti della ‘Ndrangheta calabrese operativi in Emilia Romagna, e che ha portato a 226 persone arrestate, 224 indagati e al sequestro di beni per 330 milioni di euro.

Il sindacato in una nota fa sapere che si costituirà parte civile “ogni volta che le sarà consentito” nei procedimenti penali riguardanti gli episodi di intimidazione mafiosa nei confronti di cronisti.

L’Aser prosegue poi ponendo l’accento sul preoccupante aumento in Italia di “pressioni e aggressioni, non solo verbali, a cronisti nello svolgimento delle proprie funzioni”: è di qualche giorno fa infatti, la telefonata del predisente del Senato Pietro Grasso in cui esprimeva vicinanza al giornalista Paolo Borrometi, anche lui più volte minacciato da componenti della mafia siciliana.

L’inchiesta, che ha avuto due fasi (la prima a gennaio e la seconda a luglio, con ‘Aemialia bis’), ha portato alla luce una rete di prestanome di immobili, società e conti bancari con cui si movimentava il denaro dell’organizzazione criminale, che da Reggio Calabria raggiungeva il Nord passando per Bologna. Chiusa dalla procura antimafia di Bologna a fine agosto, il reato maggiormente contestato è quello di trasferimento fraudolento di valori con l’aggravante di aver agito per agevolare l’attività dell’associazione mafiosa.

E sarebbe Gianluigi Sarcone, assieme ad Alfonso Diletto, l’uomo accusato delle minacce a Franzini. Già in carcere come effetto del primo filone dell’inchiesta, Sarcone a luglio è finito tra gli indagati con l’accusa di tentata violenza privata per le minacce al direttore di Telereggio, oltre che per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Di Redazione

31 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988