AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE mondo

Urne chiuse in Venezuela: affluenza al 42%, Maduro esulta


ROMA – Circa 8 milioni di persone, pari al 41.53%, avrebbero partecipato alle elezioni di ieri per l’Assemblea Costituente Nazional in Venezuela, secondo il Consiglio nazionale elettorale.

Di altro parere invece l’opposizione -che non ha partecipato al processo elettorale ma ha sfidato il governo nelle strade, nonostante il divieto alle manifestazioni imposto da Maduro – secondo cui ha votato a malapena il 12% degli elettori.

Ma i numeri tragici di una calda giornata elettorale in Venezuela sono altri: quelli degli scontri tra esercito e manifestanti, in cui sarebbero rimaste uccise almeno quattordici persone, tra cui un bambino di tredici anni, e una caserma della polizia a Caracas e’ stata assaltata e data alle fiamme.

Il leader dell’opposizione, Enrique Capriles, ha gia’ annunciato nuovi cortei per domani e che nel giorno dell’insediamento della nuova Assemblea nazionale costituente vi sara’ un’altra grande manifestazione invitando “chiunque puo’ venire a Caracas, a protestare” perche’ la comunita’ internazionale “non riconosca chi e’ stato eletto in maniera cosi’ fraudolenta”.

“Questi delegati- secondo la parlamentare Delsa Solorzano- fanno parte del governo che vuole instituire una dittatura e a breve inizieranno un processo per riscrivere la Costituzione e riorganizzare le istituzioni”.

MADURO: VOTO PIÙ IMPORTANTE DA RIVOLUZIONE CHAVISTA

Dopo aver esultato per la consultazione che secondo Maduro “e’ stata la piu’ importante dalla rivoluzione chavista“, il presidente venezuelano ha avvertito che nelle prossime ore “revochera’ l’immunita’ parlamentare a chi va tolta” e agira’ insieme alla Procura generale “contro la borghesia parassita” per risolvere la crisi economica del paese.

Maduro ha attaccato anche i canali televisivi privati venezuelani accusandoli di aver “censurato le elezioni”, chiedendo al ministero dell’informazione l’apertura di una indagine: “Siamo di nuovo in battaglia contro le menzogne della televisione”, ha detto.

31 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram