AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Il Pd ricandida Merola. Il sindaco: sono molto soddisfatto

merola

V. Merola

Un day after visibilmente rilassato, anche se di poche parole: “Va bene, va bene. Sono molto soddisfatto”. Il sindaco di Bologna, Virginio Merola, incassa così l’esito dell’assemblea cittadina che del Pd che ieri sera, in maniera compatta, ha dato il via libera alla sua ricandidatura nel 2016.

Un risultato che fino a qualche tempo fa non appariva affatto scontato, ma che Merola è riuscito a portare a casa e che oggi può mettere in cassaforte, dichiarandosi (in una fugace uscita dal suo ufficio) “molto soddisfatto”, tanto per la discussione di ieri quanto, ovviamente, per il suo esito. Non nasconde la soddisfazione neanche il capogruppo del Pd a Palazzo D’Accursio, Claudio Mazzanti. Ieri “è andata benissimo”, commenta

Mazzanti, uno dei fedelissimi del sindaco in carica. “Bisogna dare atto dell’ottimo lavoro svolto dal partito con la Conferenza programmatica- aggiunge il capogruppo- a partire dal segretario Francesco Critelli e dal resto del gruppo dirigente”. A questo punto “si conferma che la candidatura giusta era quella di Merola. Ora al lavoro, candidato e partito, per arrivare combattivi e con una bella piattaforma politica all’appuntamento elettorale”. Nel frattempo, anche la residua minaccia di una richiesta di primarie da parte di Stefano Sermenghi è venuta meno, visto che il sindaco di Castenaso ha dichiarato che non tenterà di raccogliere le firme nella settimana di tempo che lo Statuto gli lascerebbe. Sermenghi “ha capito che nel partito c’è una situazione unitaria- commenta Mazzanti- ed è giusto il passo che ha fatto, di fronte al voto unanime di ieri sera”.

31 luglio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram