Estate romana, da Rutelli a Verdone: l’appello per i ragazzi del Cinema America

ROMA – A quanto apprende l’agenzia Dire, dopo l’intervento di Valerio Carocci che ha chiesto alla sindaca Raggi un ritorno dell’arena di San Cosimato a fronte del “fallimento del bando” del Campidoglio per riempire la location con gli eventi dell’Estate romana, a favore dei ragazzi del Cinema America sono intervenute diverse voci presenti alla Casa del cinema per l’incontro indetto dal Campidoglio.

Cara sindaca…

“Cara sindaca- ha detto Carocci- sono venuto qui oggi, alla vigilia dall’apertura dell’arena del liceo Kennedy, per chiederle di dar seguito alla richiesta di occupazione di suolo pubblico, previo pagamento di regolare canone Cosap di circa 17mila euro, che l’associazione Piccolo Cinema America questa mattina ha protocollato a Roma Capitale, per poter svolgere nel mese di luglio le sue iniziative, ancora una volta senza alcun contributo diretto o indiretto da parte vostra, in quella che è diventata una vetrina, anche internazionale, del cinema italiano e della città stessa. Nella speranza che lei possa comprendere che questa richiesta nasce esclusivamente dalla volontà di non interrompere un processo di rivalorizzazione sociale, culturale, e anche commerciale di una piazza storica della nostra città, nonché dalla paura di vedere San Cosimato nuovamente vuota, insicura e abbandonata all’insana movida che attanaglia il Rione Trastevere- ha concluso Carocci- rimango a sua disposizione per ripartire concretamente, anche con il vicesindaco, da dove ci si è persi”.

La richiesta, protocollata questa mattina al Gabinetto della sindaca, vedrebbe spostarsi il palinsesto del liceo Kennedy di luglio nuovamente a San Cosimato, con i relativi appuntamenti tra i quali la presentazione di Gigi Proietti di Febbre da Cavallo di Steno, l’incontro con Giuseppe Piccioni, Cristina Comencini e molti altri.

Leggi anche:

L’appello per il ritorno dei ragazzi in piazza San Cosimato

Tra i sostenitori, anche Laura Delli Colli, presidente fondazione Cinema per Roma, che ha notato “l’intervento pacato di Carocci” e ha auspicato che “si ricucia il rapporto con ragazzi”. Poi, riportano i presenti in sala, Delli Colli ha ricordato “il primo esperimento del Cinema America. Noi giornalisti li abbiamo premiati, perché quel che fanno è contagioso e bello”. Poi, l’appello al vicesindaco Bergamo che “nasce con Enzimi, dia spazio alla spontaneità”.

Francesco Rutelli, presidente Anica, a quanto si apprende ha detto che “bisogna ripartire dall’energia vitale come quella del cinema America, con tutte la sue polemiche e criticità”.

Anche Carlo Verdone, lasciando la Casa del Cinema ha auspicato “il ritorno dei ragazzi in piazza San Cosimato e la fine di questa querelle con il Campidoglio. Si mettano intorno a un tavolo e facciano pace”.

Ti potrebbe interessare:

31 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»