Roma, Pasqua a Zoomarine con il battesimo del baby delfino

ROMA – Una Pasqua nel segno di Zoomarine, con tutte le novità della stagione 2018 appena inaugurata. Il Parco marino alle porte di Roma apre al suo pubblico per una giornata speciale, domenica 1 aprile, tutta dedicata al mondo dei delfini. Una giornata di festa, segnata anche da un eccezionale battesimo dell’ultima nata nella famiglia di Zoomarine, la piccola delfina venuta al mondo al parco solo qualche mese fa.

Un cucciolo che ha subito conquistato il popolo del web, con oltre 20 mila persone che nelle scorse settimane hanno votato attraverso i social media il nome della piccola delfina, scegliendo tra una terna di opzioni: Luna, Gioia e Lavinia. Al momento il nome che raccoglie maggiori consensi è Luna.


A battezzare il cucciolo due madrine: Gessica Notaro – nota alle cronache per la brutale aggressione subita lo scorso anno dall’ex fidanzato Edson Tavares che l’ha sfregiata gettandole in viso dell’acido – una donna forte e coraggiosa, impegnata anche in tv nel programma Rai ‘Ballando con le stelle’, da tempo esperta addestratrice di mammiferi marini (in particolare delfini e leoni marini) e l’attrice e testimonial di battaglie a favore della ricerca medica Milena Miconi.

Una Pasqua speciale, quindi, tutta dedicata ai delfini di Zoomarine, 8 splendidi esemplari presenti nel parco. Ma anche l’occasione per testare le novità della stagione 2018 che il più grande parco marino italiano riserva per il suo pubblico. “Un progetto che cresce con il nostro pubblico, sempre più numeroso- spiega Renato Lenzi, amministratore delegato del Parco-. Offriamo novità e intrattenimento di qualità, con grande attenzione alla divulgazione di messaggi di sensibilizzazione e rispetto della natura e delle specie animali che ospitiamo. Visitare Zoomarine è un’esperienza ludica ed educativa al tempo stesso, un’occasione di riscoprire la meraviglia del mondo adatta a tutte le età”.

LEGGI ANCHE:

Festa a Zoomarine, è nata una cucciola di delfino

31 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»