Comunali, a Milano Sala presenta coalizione e tavoli - DIRE.it

Lombardia

Comunali, a Milano Sala presenta coalizione e tavoli

sala_logoMILANO – Partecipazione, confronto, ascolto. Da oggi e da queste parole si può ufficialmente dire che è partita la campagna elettorale della coalizione di Beppe Sala, candidato premier del centrosinistra: “Milano è una città molto matura- spiega l’ex manager di Expo-. Quando chiami i milanesi a far le cose spiegandogli che porteranno benefici, le fanno. Lo abbiamo visto con lo sharing dei veicoli, lo abbiamo visto con la raccolta differenziata, in cui questa città ha numeri da record”, spiega.

Numeri da record su cui “non ci si è soffermati abbastanza- prosegue Sala- come le presenze in hotel che si assestano a percentuali del 60-70% in periodi di bassa stagione come questo, oppure con il successo di Expo”. Sala sottolinea come “ci sia l’intenzione di ricondurre i cittadini in un’ottica di buonsenso che riconosca il lavoro fatto oltre che le idee. A questo ovviamente si aggiungerà il lavoro di forze nuove per contribuire non solo a segnare una continuità con la precedente amministrazione, ma a migliorare il suo lavoro”.

sala_milano2

Si parte oggi con le parole, ma sabato 2 aprile toccherà ai fatti. Al Siam partiranno 30 tavoli per 30 gruppi tematici attraverso cui contribuire all’elaborazione dei progetti e delle priorità capaci di rendere la città sempre più innovativa ed inclusiva: “confronto e dialogo aperto a tutti, che si svilupperà fino al 14 maggio- ricorda Sala- ma che voglio continui anche in caso di vittoria e durante il periodo di amministrazione”, perché “i milanesi sono maturi e chiedono soltanto di essere coinvolti”. Tavoli aperti a tutti, “anche a quella parte sinistra che sembra non essere in linea con il nostro progetto- ricorda Daria Colombo, capolista degli arancioni– con cui siamo disposti a confrontarci”. Colombo che riconosce il dialogo come forma giusta e che rivendica “l’attenzione ai diritti che ha sempre contraddistinto la sottoscritta” e, di conseguenza, la lista di rappresentanza, che ha trovato nome e logo, quel “Sinistra X Milano” su cui la moglie di Roberto Vecchioni si impegna in una breve esegesi: “Il colore arancione viene dalla tradizione dei girotondi e dei comitati in difesa dei diritti. La parola sinistra perché siamo una lista di sinistra, e quel simbolo per indicare non solo la dedizione su Milano, ma anche la continuità con la precedente amministrazione”. Alla conferenza stampa presenti il segretario nazionale di IdV Ivan Rota, che anticipa lo slogan ‘Milano noi ci siamo! Legalità, Ambiente, Sicurezza’, mentre il segretario del Pd meneghino Pietro Bussolati, afferma con uno slogan che “potremmo dire che noi siamo la coalizione dell’orgoglio e loro sono quella del pregiudizio”.

di Nicola Mente, giornalista

31 marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»