AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Sessanta candeline per Angus Young, chitarrista degli Ac/Dc

ROMA – “Non mi piace suonare sopra o sotto la testa della gente. In pratica mi piace mettermi di fronte alla folla e scatenarmi”. Così, come è da sempre Angus Young. Il chitarrista australiano degli AC/DC taglia oggi il traguardo dei 60 anni – è nato a Glasgow, in Scozia, il 31 marzo 1955 -. Il compleanno arriva dopo l’ultimo album pubblicato dalla rock band australiana, formata però da elementi in gran parte britannici, e alla vigilia di un nuovo impegnativo tour mondiale.

Era più o meno maggiorenne, Angus, quando entrò a far parte del gruppo, fondato dal fratello Malcolm (anno 1973). Per nulla amante della scuola, divenne famoso per il suo inconfondibile stile e per la divisa indossata da sempre al momento di salire sul palco: una divisa scolastica con calzoncini, della Ashfield Boys High School in Sydney, su suggerimento della sorella Margaret.

Innumerevoli le canzoni che hanno fatto la storia del rock, ‘firmate’ dagli assoli di Angus Young: da ‘High Voltage’ a ‘Highway to hell’, da Jailbreak a ‘Back to Black’ e T.N.T.. Recentemente gli AC/DC hanno pubblicato un nuovo album, ‘Rock or Bust’, realizzato per la prima volta senza la chitarra di Malcolm, colpito da demenza senile e per questo fuori dalla band, sostituito dal nipote Stevie Young. Per promuoverlo inizieranno un nuovo tour. Decisiva è stata la volontà proprio di Angus, nonostante la malattia del fratello. A rivelarlo Brian Johnson, l’inconfondibile voce degli AC/DC: “L’ultima parola è sempre spettata ad Angus- ha detto al riguardo- È uno dei due al mondo in grado di fare riff impossibili per chiunque altro. E l’altro è Malcolm. E se Angus mi avesse detto che non avrebbe continuato senza Malcolm io l’avrei capito”.

31 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988