AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Yoox si fonde con The Net-A-Porter, nasce colosso online del lusso

ROMA –  “Complimenti a Federico Marchetti e al team di Yoox. Tanto di cappello, bravissimi. E in bocca al lupo”. Lo scrive su twitter il premier Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio loda cosi’ l’accordo che fa nascere un colosso dell’e-commerce della moda e del lusso.

L’accordo e’ tra Yoox e Compagnie Financiere Richemont, azionista di controllo di The Net-A-Porter, principale retailer a livello mondiale di lusso online: un accordo finalizzato alla fusione tra le due societa’ mediante concambio in azioni.

marchetti (700 x 495)Nascera’ cosi’ Yoox Net-A-Porter group, un colosso del fashion e-commerce, con ricavi netti aggregati da circa 1,3 miliardi di Euro e un margine operativo lordo aggregato di circa 108 milioni di euro nel 2014. La fusione, e’ stato spiegato dai protagonisti dell’operazione, “unisce due realta’ con business fortemente complementari in grado di raggiungere tutti i principali mercati geografici del lusso e le diverse tipologie di clienti”. Si concretizza con una piattaforma ancor piu’ estesa che rafforza ulteriormente le partnership con i brand e con opportunita’ di crescita; parte con qualcosa come piu’ di due milioni di clienti a livello globale “con una elevata capacita’ di spesa” e oltre 24 milioni di potenziali clienti che visitano i portali. Attesi anche una maggiore diversificazione del portafoglio di business e un mix geografico piu’ bilanciato, nonche’ sinergie a regime per circa 60 milioni di euro dal terzo esercizio dal completamento della fusione. L’operazione funziona cosi’: e’ una fusione per incorporazione in Yoox; Richemont avra’ il 50% e due membri del cda in cui almeno meta’ dei membri sara’ composto daamministratori indipendenti.

yoox (700 x 416)Yoox continuerà ad essere quotata alla Borsa di Milano, ad avere sede legale in Italia, e si chiamerà Yoox Net-A-Porter Group. Federico Marchetti, fondatore e amministratore delegato di Yoox sarà ad del nuovo gruppo; Natalie Massenet (Richemont) la presidente. Al completamento della fusione, Yoox Net-A-Porter intende promuovere un aumento di capitale fino a un massimo di 200 milioni di euro “per finanziare nuove opportunità di crescita”, attrarre “potenziali investitori strategici e mantenere la massima flessibilità finanziaria”. Ora si attendono i via libera antitrust.

sede yoox (700 x 466)Commentando l’annuncio, Johann Rupert, presidente di Richemont, ha detto: “Siamo stati pionieri nel luxury e-commerce, prima come azionista di minoranza di Net-A-Porter ai suoi inizi poi come azionista di controllo dal 2010” ma “i giganti della tecnologia spingono continuamente al cambiamento i modelli di business consolidati. È per questo che riteniamo importante accrescere la nostra dimensione e rafforzare la leadership per preservare l’unicità del settore del lusso. La fusione tra i due leader darà vita ad una piattaforma indipendente e neutrale per un cliente sofisticato amante dei brand del lusso“. Così, invece, Marchetti: nasce “un gruppo leader su scala mondiale destinato a portare un ulteriore cambiamento nella moda online. Nei 15 anni dalla loro fondazione, entrambe le società hanno creato un mercato, trasformato il settore e con la loro fusione si apriranno ulteriori prospettive di crescita”. E “sono molto soddisfatto di annunciare che il nuovo gruppo continuerà ad essere quotato a Milano e ad avere sede in Italia”. Oggi, apre “le porte il più grande luxury fashion store al mondo. È uno store senza confini geografici, che non chiude mai”, ha detto Massenet.

31 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988