VIDEO | Recessione? Pagano (Lega): “Colpa di altri governi, noi i salvatori della patria”

ROMA – L’Italia in recessione? “Colpa degli altri governi, noi siamo i salvatori della Patria“, dice Alessandro Pagano, vicecapogruppo della Lega alla Camera, intervistato dall’agenzia Dire.

“E’ dal 1999 che l’Italia ha perso la capacità di governare le politiche monetarie e da quel momento c’è stato un declino… la crisi del 2008 la ripresa nel 2012 che ha visto in Europa 26 paesi crescere e solo Italia e Grecia restare fermi. Insomma- dice ancora Pagano- tutte le misure economiche che sono state prese da quel momento evidentemente non hanno prodotto nulla di buono”.

Il nuovo governo porta nuove strategie– spiega Pagano- e meno male perché ora che siamo entrati in una fase di recessione mondiale vedere l’Italia che regge botta è una cosa positiva”. Parlando di quello che lo Stato ora dovrebbe fare, Pagano sottolinea che “abbiamo bisogno di opere importanti da Nord a Sud perchè queste cose rientrano nell’ambito di una missione dello Stato di rilancio dell’economia. Se lo Stato non lo fa viene meno la missione e dobbiamo interrogarci”.

Per questo, chiude Pagano “con il massimo rispetto dico al M5S che un Paese non può crescere se viene meno alla sua missione fondamentale che è quella dell’infrastrutturazione”.

 “L’ordine di non far sbarcare i migranti dalla nave Diciotti è stata una scelta politica fatta da Salvini e dal governo italiano in maniera collegiale. Si è risposto nell’interesse della Costituzione e del popolo italiano”. Il vicecapogruppo della Lega alla Camera Pagano difende a spada tratta il leader Matteo Salvini che i magistrati vorrebbero processare per sequestro di persona.

La nostra non è una Repubblica presidenziale- prosegue Pagano- da noi c’è un collegio dei Ministri e il presidente è il presidente del Consiglio dei ministri. Quindi ogni scelta è sempre di tipo collegiale“.

Per quanto riguarda l’accusa di sequestro di persona, secondo il vicecapogruppo della Lega “è evidente che c’è una strumentalizzazione ai danni di Salvini, in generale della Lega e dello Stato italiano. I poteri forti, a qualsiasi livello, dalla stampa ai media, alle ong che hanno copertura internazionale, ai Paesi stranieri, vogliono a tutti i costi che l’Italia accolga i migranti e basta. E’ evidente che esiste una cabina di regia, e questo non lo dico io, lo dicono tutti coloro che hanno un minimo di capacità di discernimento”, chiude Pagano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

31 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»