Politica

Ambiente, Realacci contro Renzi: “Per lui non porta voti, se la cava con le battute”

ROMA – “In questi anni la prospettiva della centralità della sfida ambientale si è molto rafforzata nel mondo, sia per l’emergere dei problemi, che per l’evidenza delle opportunità che si aprono con la green economy”. Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente della Camera, lo scrive su Facebook.

“Tutti i maggiori leader- aggiunge Realacci- con l’unica eccezione di Trump, che meriterebbe un ragionamento a parte, si sono mossi, in forme diverse, su questa strada: da Obama a Macron, dalla Merkel a Trudeau a Xi Jinping. Lo hanno fatto non perché sono più ‘buoni’ ma perché ne hanno colto le implicazioni politiche, economiche, sociali, geopolitiche”.

“Matteo Renzi e chi gli è più vicino- attacca però il deputato dem- è di fondo convinto che questo tema non sia centrale e non sia pagante dal punto di vista elettorale. Nonostante i miei tentativi, pensa di coprirlo con qualche battuta e qualche allusione sparsa. Ma quel tempo è finito. Ritengo sia un errore grave che indebolisce la capacità di attrazione del Pd e invecchia la sua proposta politica ed economica”. 

 

31 gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»