Tg Politico, edizione del 30 novembre - DIRE.it

Tg Politico, edizione del 30 novembre

Si parla di dello scontro tra Fico e Salvini; manovra, si lavora ad un emendamento per quota 100; Regeni, l'ultimatum di Di Maio all'Egitto

I titoli e il tg politico della Dire.

SICUREZZA E MIGRANTI, SCONTRO APERTO TRA FICO E SALVINI

Scontro aperto tra il presidente della Camera Roberto Fico e il segretario della Lega Matteo Salvini. “Con l’assenza in aula sul decreto sicurezza ho voluto prendere le distanze dal decreto sicurezza”, ha detto Fico, a margine di un seminario. E a proposito del global compact ha spiegato che ritiene assolutamente necessario firmare l’intesa internazionale sulla protezione ai migranti. Salvini replica invitando Fico a leggere il testo del decreto. Sul global compact interviene anche il ministro degli Esteri Moavero Milanesi che sottolinea alcune perplessita’ sul testo. Giusto, dice, affidarlo al Parlamento.

MANOVRA, SI LAVORA A EMENDAMENTO QUOTA 100 PER 3 ANNI

Quota 100 limitata per tre anni e poi in pensione anticipata con 41 anni di contributi. E’ l’ipotesi a cui sta lavorando il governo mentre si profila un tour de force in commissione con il via libera alla manovra previsto per domenica. Non è escluso che la misura sulle pensioni possa arrivare già nel fine settimana.
Quando la legge di Bilancio approderà in aula, sembra scontato il ricorso alla fiducia. Intanto l’Istat ha rivisto al ribasso la crescita nel terzo trimestre, il pil è sceso dello 0,1%, e ha registrato un aumento del tasso di disoccupazione al 10,6%.

REGENI, DI MAIO: EGITTO RISPONDA ENTRO DICEMBRE O E’ ROTTURA

L’Egitto deve risposte concrete sull’omicidio di Giulio Regeni “entro dicembre” o ci saranno conseguenze “su tutto”: dai rapporti diplomatici a quelli economici. Il vicepremier Luigi Di Maio, a margine di una iniziativa al Mise, incalza il governo del Cairo sul caso del ricercatore friulano ucciso nella capitale egiziana. Le parole di Di Maio arrivano dopo quelle del presidente della Camera Roberto Fico, che ha annunciato la rottura di ogni rapporto con il parlamento egiziano.

EUROPA. BASSETTI: BASTA POPULISMI E XENOFOBIA

‘No’ al populismo e al nazionalismo, l’Europa sia una patria dei popoli. Il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, in occasione del convegno ‘La nostra Europa’ promosso da diverse sigle cattoliche, sottolinea che “abbiamo bisogno di una Europa unita, pacificata e solidale, che non speculi sui conflitti sociali e non pratichi la cultura della paura e della xenofobia”. Per la leader della Cisl, Annamaria Furlan “il nostro paese ha tanto bisogno dell’Europa ma l’Europa- avverte- deve cambiare, a partire dalle regole economiche”.

Condividi l’articolo:

Guarda anche:

30 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»