Regeni, Di Maio: “Risposte entro dicembre o conseguenze per l’Egitto”

L'Egitto dia risposte concrete sull'omicidio di Giulio Regeni "entro dicembre" o ci saranno conseguenze "su tutto"

Condividi l’articolo:

ROMA – L’Egitto dia risposte concrete sull’omicidio di Giulio Regeni “entro dicembre” o ci saranno conseguenze “su tutto”: dai rapporti diplomatici a quelli economici. Lo dice il vicepremier Luigi Di Maio, a margine di una iniziativa al Mise. 

“Per quanto riguarda l’omicidio di Giulio Regeni questo governo ha provato in questi mesi la strada del dialogo con uno stato che deve darci risposte su Giulio Regeni. Ci aspettiamo risposte in questo periodo- dice Di Maio- se non dovessero arrivare ne trarremo le conseguenze”. 

Le conseguenze riguarderanno lo stop all’export di armi versp l’Egitto? “Si compromettono tutti i rapporti- risponde il vicepremier- lo abbiamo sempre detto. Abbiamo provato una strada e la stiamo ancora provando ma se questa tra strada non porta dei segnali dall’Egitto sull’individuazione del responsabile della morte di Giulio Regeni trarre le conclusioni non riguarda solo quell’argomento lì”. 

Potrebbe riguardare anche aziende private legate al gas: “Tutto quello che si fa come aziende in Egitto riguarda il libero mercato ma è chiaro ed evidente che in un contesto di relazioni che riguardano anche l’economia tutto risentirebbe di mancate risposte sull’omicidio Regeni”.

Leggi anche:

30 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»