Welfare

Tra innovazione e tradizione, ecco le start up premiate da Cna /VIDEO

cambiamenti_cna2ROMA – Innovazione e tradizione, made in Italy e tecnologia. La Cna premia le migliori start up selezionate, molto faticosamente, tre le 22 finaliste del concorso ‘Cambiamenti’. I premi sono stati consegnati dal presidente Daniele Vaccarino e dal segretario generale Sergio Silvestrini ai giovani scelti dalla commissione presieduta da Stefano Micelli, che spiega così i criteri adottati: “Non ci interessava l’idea originale e basta ma un’azienda con un’idea innovativa e originale unita ad una sapere artigianale. Aziende insomma proiettate su scala internazionale ma con un dna legato al territorio“. La startup migliore dell’anno è risultata T Red, un laboratorio di progettazione di Brescia che sviluppa produzioni nel segno della sperimentazione di architettura 2.0, design urbano e domestico e mobilità sostenibile. Nel settore ‘made in Italy e tradizione’ le aziende premiate con un ex aequo sono state Armonie alimentari e Mida più.

La prima, di Bibbiano (Reggio Emilia), è un’azienda produttrice di un prodotto di innovazione alimentare ovvero una sfoglia fatta di Parmigiano Reggiano DOP stagionato 24 mesi, olio di oliva e farina. La seconda è un’impresa di Perugia che, dopo collaborazioni con centri di ricerca, è arrivata a produrre un grasso sostitutivo dell’olio di palma, 100% naturale e derivante dalla lavorazione dell’olio di oliva. Per l’ambito ‘innovazione e tecnologia’ è stata premiata un’impresa di Bari, Intact, che ha creato un dispositivo indossabile che digitalizza numerosi alfabeti basati sul tatto, come il Malossi e il Braille, per consentire a persone cieche e sordocieche di utilizzare tutte le funzionalità di uno smartphone o di un tablet e poter così comunicare con gli altri e interagire con il mondo. Infine nella sezione ‘promozione dell’Italia’ il premio va a Italian Stories, un’impresa di Trento che si occupa di turismo culturale ed esperienziale nel mondo della manifattura italiana, basato sullo scambio di competenze tra artigiani e viaggiatori.

VACCARINO: PMI IN FERMENTO, GIÙ TASSE E SOSTEGNO A GIOVANI

“Il nostro mondo delle piccole imprese è in fermento e riesce a produrre anche grandi performance”. Lo sottolinea il presidente della Cna, Daniele Vaccarino, in occasione della premiazione del concorso ‘Cambiamenti’. Un premio “nato in sordina a cui hanno aderito- spiega- più di 600 imprese di cui molte non iscritte alla CNA. Siamo stupiti e onorari nel vedere che queste imprese sono riuscite a inventarsi un mestiere, un prodotto, vincendo la sfida con la situazione economica difficile che stiamo vivendo”. Rispetto al sostegno alle imprese Vaccarino osserva che nella legge di bilancio “ci sono misure che vediamo con favore. Bisogna insistere- sottolinea- nella riduzione delle tasse e negli interventi a favore delle imprese più giovani che sono le più fragili: non mi riferisco solo ai giovani che fanno impresa, ma anche a persone più mature che hanno perso il lavoro e hanno deciso di aprire un’impresa. Lavorare in proprio- conclude Vaccarino- non è l’ultima spiaggia, spesso significa farsi una nuova vita”.


SILVESTRINI (CNA): SAPER FARE È LA SCELTA DEL NOSTRO PAESE

“Il saper fare è la scelta del nostro Paese, che è ricco di tradizioni, esperienze, del genio del luogo dove viviamo. Il nostro Paese, dal Rinascimento in poi, ha dato molto al mondo. Dobbiamo recuperare queste tradizioni e rilanciare la nostra vocazione all’impresa e al saper fare, coniugando la bellezza delle cose concrete. Dobbiamo ricostruire e rimettere in piedi il Paese. Abbiamo energie e intelligenze. Bisogna crederci. Noi stiamo cercando di dare una mano a questi giovani imprenditori perché ogni loro successo è in fondo un nostro successo ed un successo dell’Italia. Oggi è un giorno di orgoglio per la Cna e un giorno di orgoglio per i giovani imprenditori”. Lo ha detto Sergio Silvestrini, segretario generale di Cna, durante l’iniziativa a Roma in cui sono state premiate giovani startup.

di Marta Tartarini, giornalista professionista

30 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»