Welfare

Rating legalità, la cooperativa Osa ottiene il massimo del punteggio

ROMA – L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aumentato il punteggio della Cooperativa OSA nell’Elenco delle Imprese con Rating di Legalità. OSA ha ricevuto infatti la terza stella, la valutazione massima prevista, aumentando la graduatoria di due stelle e un più che le erano state assegnate precedentemente. “In base alle dichiarazioni rese – si legge nella comunicazione che l’Autorità ha inviato a OSA lo scorso 26 ottobre – nonché all’esito delle valutazioni effettuate, l’Autorità ha deliberato di incrementare il punteggio relativo al Rating di Legalità attribuito alla Cooperativa Sociale e di Lavoro OSA portandolo a tre stelle”.

IL RATING DI LEGALITA’ DURA 2 ANNI

Il Rating di Legalità, che ha una durata di due anni ed è rinnovabile su richiesta, è un riconoscimento introdotto nel 2012 per le imprese italiane con l’obiettivo di promuovere i principi di comportamento etico in ambito aziendale attraverso l’assegnazione di un punteggio – contrassegnato appunto con le stellette – indicativo del rispetto della legalità da parte delle aziende che ne abbiano fatto richiesta e, più in generale, del grado di attenzione riposto nella corretta gestione delle attività. Un attestato importante per la Cooperativa che da sempre ha nella legalità, nel rispetto delle regole e nella trasparenza le prerogative del suo operato e che aveva come obiettivo nell’immediato futuro proprio quello di ottenere il massimo punteggio di assegnazione nel rating. Anche per questo, OSA ha attivato tutte le procedure necessarie che l’hanno portata a conseguire la certificazione SA8000 – lo standard internazionale relativo alla responsabilità sociale d’impresa – e ha aderito anche al Protocollo di Legalità firmato dal Ministero dell’Interno e dall’Alleanza delle Cooperative Italiane.

COME FUNZIONA

Il Rating di Legalità ha un punteggio che va da un minimo di una stelletta ad un massimo di tre e viene attribuito dall’Autorità sulla base delle dichiarazioni delle aziende certificate poi da controlli incrociati con i dati in possesso delle Pubbliche amministrazioni interessate. Possono richiedere l’attribuzione del rating solo le aziende iscritte da almeno due anni nel registro delle imprese e che abbiano raggiunto un fatturato minimo di due milioni di euro nell’esercizio chiuso l’anno precedente alla richiesta. Inoltre, il bilancio deve essere regolarmente approvato dall’organo aziendale competente e pubblicato ai sensi di legge.

L’ordinamento italiano ricollega dei vantaggi per quanto riguarda la concessione di finanziamenti pubblici e le agevolazioni di accesso al credito bancario per quelle realtà aziendali a cui è stato assegnato il rating. Il Nuovo Codice degli Appalti (D.lgs.50/2016) ha ad esempio introdotto l’istituto del Rating di Legalità quale strumento di attribuzione di punteggio nell’offerta tecnica, proporzionale al numero di stellette conseguito. Il conseguimento di tre segni + comporta l’attribuzione di una stelletta aggiuntiva, fino al conseguimento totale massimo di tre stellette.

LEGGI ANCHE:

 ‘Nontiscordardimé’, a Roma 6 mesi di camper Osa: ecco i numeri

A Roma il camper Osa in viaggio tra gli anziani: centinaia di visite

30 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»