Lazio

Clamoroso, le due cupole gemelle in piazza del Popolo sono diverse: una è gialla, l’altra blu

ROMA – Una cupola color grigio tendente al giallo crema. L’altra cupola che vira nettamente verso il blu carta da zucchero. Ma il problema è che si parla delle due chiese gemelle di piazza del Popolo. Non può che essere definito clamoroso quanto emerso subito dopo la fine del restauro della cupola della basilica di Santa Maria dei Miracoli, datata 1679, una delle due chiese le cui facciate si stagliano all’inizio del Tridente tra via del Corso, via del Babuino e via di Ripetta.

La grossolana svista è emersa chiaramente agli occhi dei romani qualche settimana fa, quando sono stati abbassati i ponteggi superiori dalla chiesa gemella di destra, quella che si trova tra via del Corso e via di Ripetta. Le tegole grigie sulla sua cupola hanno mostrato subito, e chiaramente, una dominante azzurra in totale contrasto con il color grigio-giallino della sua vicina, la Basilica di Santa Maria in Montesanto, detta anche Chiesa degli artisti, la cui cupola è opera di Gian Lorenzo Bernini.

STOP TEMPORANEO AI LAVORI PER CAPIRE COME RISOLVERE IL PASTICCIO

A quanto apprende l’agenzia stampa Dire sembra che l’errore sia stato riconosciuto ufficialmente dalle parti. Ne è a conoscenza il Vicariato di Roma ed è ormai diventato oggetto di un confronto tra i restauratori, la Sovrintendenza e il committente, l’Ente ecclesiastico chiesa Santa Maria dei Miracoli tanto che i lavori, ancora in corso, si sono temporaneamente fermati per capire come risolvere il problema.

DOPO IL GIALLO CREMA DELLA CHIESA DEGLI ARTISTI…E’ ARRIVATO IL BLU

I restauri sulla basilica di Santa Maria dei Miracoli, finanziati con un importo di 232.500 euro, erano iniziati un paio di anni fa, pur essendo previsti anni prima dell’intervento sulla vicina Chiesa degli artisti. Quest’ultima, finanziata con 491.000 euro, era stata ristrutturata nell’ottobre 2013, con una seconda fase finanziata dall’azienda Bonduelle che aveva riguardato gli interni e che si era conclusa a maggio del 2014 con il restauro dei dipinti della volta della Sacrestia raffiguranti una “Gloria di Angeli con strumenti della Passione”, attribuita a Giovanni Battista Gaulli detto il Baciccio. La cupola era tornata visibile con i suoi caldi toni color crema e tutto faceva presagire che anche la cupola della chiesa gemella alla sua destra, ovvero la Basilica di Santa Maria dei Miracoli, a restauri conclusi avrebbe assunto la stessa gradazione. Non è stato così.

IL VICARIATO CONOSCE IL PROBLEMA, SOPRINTENDENZA HA AVVIATO MONITORAGGIO

I lavori di restauro e risanamento conservativo della chiesa, la cui direzione dei lavori è stata assegnata all’Ufficio beni culturali vicariato di Roma e i cantieri all’impresa esecutrice Dromos restauri Srl, hanno svelato una cupola totalmente diversa da quella vicina, che ora appare colorata di grigio scuro con evidenti riflessi azzurri. Di chi è la colpa? Il ‘giallo’ non è stato ancora risolto ma per il Vicariato “il problema è noto ed è in corso un monitoraggio della Sovrintendenza per vederci chiaro. Committente e impresa starebbero cercando di capire come uscirne”, senza un esborso di nuove risorse. Considerando il nome della Chiesa sarebbe davvero un miracolo riuscirci.

SOPRINTENDENZA: CUPOLE GEMELLE TORNINO UGUALI, TROVARE FONDI

“Il nuovo restauro sulla chiesa di Santa Maria dei Miracoli, sotto l’alta tutela della Soprintendenza Speciale di Roma, ripristina il colore delle formelle di ardesia che nel ‘700 l’architetto Carlo Fontana pose sul tetto di entrambe le chiese gemelle di Piazza del Popolo. L’intervento fatto invece alcuni anni fa sull’altra chiesa gemella, Santa Maria in Montesanto, detta anche Chiesa degli artisti, è provvisionale, dunque provvisorio, e per la ristrettezza dei fondi è stato funzionale solamente a mettere in sicurezza il tetto dell’edificio da possibili infiltrazioni.

La Soprintendenza auspica nel prossimo futuro un ulteriore intervento che restituisca anche al tetto di Santa Maria in Montesanto il suo originale colore“. E’ quanto fa sapere la Soprintendenza speciale di Roma in una nota, commentando la notizia pubblicata dall’agenzia stampa Dire sul risultato del restauro delle chiese gemelle di piazza del popolo le cui cupole, a lavori terminate, appaiono una tendente al giallino e l’altra all’azzurro.

di Emiliano Pretto, giornalista professionista

30 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»