Atac: +53% ticket venduti nei primi 8 mesi 2017, +16% multe - DIRE.it

ApprofonDiRE

Atac: +53% ticket venduti nei primi 8 mesi 2017, +16% multe

ROMA – “Prosegue il trend positivo dei ricavi di titoli riferiti all’intero ventaglio dell’offerta Atac, che nei primi otto mesi del 2017 risultano in crescita rispetto allo stesso periodo del 2016. Particolarmente soddisfacente l’andamento dei ricavi dei titoli della rete Atac, aumentati del 53,1% rispetto ai primi otto mesi dell’anno scorso, che – lo ricordiamo – era un anno giubilare. Oltre al notevole aumento delle vendite di titoli delle rete Atac, +53,1%, si registra la buona performance degli abbonamenti annuali Metrebus Roma cresciuti, fra gennaio e agosto del 2017 in volume del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Questo trend si accompagna al rilevante miglioramento registrato sul versante della lotta all’evasione”. Cosi’ Atac in una nota.

“Dal 18 settembre scorso la linea 720 arriva all’aeroporto di Ciampino, collegandolo con la stazione metro B di Laurentina. Il servizio e’ stato ben accolto dalla clientela. I dati di vendita, raccolti nel periodo 18 settembre-18 ottobre, nel confronto con lo stesso intervallo di tempo del 2016, mostrano un aumento del 597% delle vendita di Bit, del 621% nella vendita di titoli turistici 24 ore, del 1.328% per i titoli 48 ore e del 565% per il 72 ore. In crescita anche i titoli Cis, carta integrata settimanale, cresciuti del 272%”, prosegue il comunicato.

 

“Dati positivi arrivano anche sul versante della lotta all’evasione, uno dei punti qualificanti dell’impegno di Atac a tutela dei ricavi di mercato e del rispetto della legalita’. Nei primi otto mesi dell’anno sono stati controllati il 14% di passeggeri in piu’ rispetto allo stesso periodo del 2016 e sono state emesse quasi 100 mila sanzioni, il 16% in piu’ rispetto all’anno scorso”, conclude la nota di Atac.

30 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»