Nuova forte scossa in Centro Italia alle 7.41. Crolla la basilica di Norcia

terremoto_30-ottobre_norcia

ROMA – La terra ha tremato ancora. Una forte scossa alle 7.41, è stata avvertita nel centro Italia, secondo una prima stima dell”Ingv la magnitudo sarebbe di 6.5, inizialmente era stato calcolato 6.1. La scossa è stata avvertita distintamente anche a Roma. L’epicentro tra Castelsantangelo, Norcia e Preci.

TERREMOTO. INGV: MAGNITUDO 6.5 MA ANCORA SUSCETTIBILE MODIFICHE

“Il valore della magnitudo calcolata inizialmente in 6.1 e poi in 6.5 è ancora suscettibile di modifica”. Lo scrive sul proprio sito L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) sul Blog INGVterremoti. Il terremoto di magnitudo 6.5 “è stato localizzato nella zona al confine tra Marche e Umbria- scrive l’Ingv- l’epicentro di questo terremoto è ubicato tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, a 7 km da Castelsantangelo Sul Nera, 5 km da Norcia e 17 km da Arquata del Tronto”.

TERREMOTO. MUCCI: CROLLA BASILICA A NORCIA, IMMAGINE CHE FA MALE

“Un”immagine che fa davvero male.  Stamattina il terremoto mi ha buttata giù dal letto. Roma.  Quarto piano. E sono sensazioni che restano nelle gambe, nello stomaco. Un abbraccio agli abitanti delle zone più colpite”. Lo scrive su facebook la deputata Mara Mucci, che posta la foto della basilica di San Benedetto a Norcia, crollata dopo la nuova forte scossa di terremoto.

TERREMOTO. PROTEZIONE CIVILE: AL MOMENTO NO MORTI, SOLO FERITI

2016103002100500079“Al momento non ci risultano vittime, ci sono diversi feriti dalla zona di Amatrice a Norcia e Tolentino, ma si devono verificare tutte le frazioni”: Fabrizio Curcio, capo Dipartimento Protezione civile, lo dice in conferenza stampa dal Dicomac di Rieti, in diretta bsu Sky Tg24. “Al momento non ci sono notizie di vittime”, ribadisce, “da Norcia i feriti vengono trasferiti a Foligno in elicottero, per sveltire i soccorsi”.

I feriti sono “qualche decina, di lieve entità, a parte una persona che ci hanno riferito essere piu” grave”, spiega Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento della Protezione civile, ci sono “diversi mezzi aerei in volo, tra cui 6 aerei, sia per scopo di verifica che operativo”. Intanto “sono state attivate tutte le squadre di search and rescue a livello nazionale, convergeranno sulle aree colpite”.

Aggiornamento 12.20 – TERREMOTO, CURCIO: “NON RISULTANO VITTIME, SOLO UNA VENTINA DI FERITI”

“Sono passate 4 ore dall’evento. Confermiamo che non ci risultano vittime. Abbiamo circa una ventina di feriti, alcuni in codice giallo”, dice Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile, facendo il punto con la stampa sul sisma che questa mattina alle 7.41 ha fatto tremare la terra al confine tra Umbria e Marche.

Aggiornamento 16.20 – TERREMOTO, CURCIO: “NON STIAMO CERCANDO NESSUNO; FERITI SONO 20”

“Non stiamo cercando nessuno” e “non ci sono ulteriori feriti, in totale sono intorno ai 20 con qualche codice giallo”. Lo sottolinea il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, confermando che non ci sono vittime nè persone sotto le macerie. Inoltre, aggiunge, “non ci risultano situazioni particolarmente gravi negli ospedali” mentre per gli spostamenti le condizioni della viabilità sono critiche“.

TERREMOTO. VIGILI DEL FUOCO: RECUPERATI 6 FERITI DA MACERIE A NORCIA

Le squadre dei Vigili del fuoco hanno recuperato 6 feriti dalle macerie a Norcia, lo scrive il Corpo su Twitter.

CURCIO (DPC): TERREMOTO RILEVANTE, MAGNITUDO IMPORTANTE

Quello che ha colpito, nuovamente, il Centro Italia alle 7 e 40 ha avuto “una magnitudo importante” perchè “una da 6.5 a 10 chilometri di profondità è un valore rilevante”. Fabrizio Curcio, capo Dipartimento Protezione civile, lo dice in conferenza stampa dal Dicomac di Rieti, in diretta su Sky Tg24. Si sono verificati “diversi crolli“, dice Curcio, soprattutto nell”area di Norcia, Castel Sant”Angelo e Preci, “diversi crolli nelle aree centrali”, e ora sono in corso “le verifiche soprattutto per le persone”, perche” “la priorità ora sono le persone” e “il sistema è già attivato”. Si sta registrando, ad ogni modo, “una grande solidarieta””, conclude Curcio, e “le persone stanno reggendo a una situazione molto difficile”.

TERREMOTO. CURCIO (DPC): SALARIA CHIUSA, NON INTASARE VIABILITA’

Non intasare la Salaria“, quindi “muoversi solo se necessario” e i volontari lo facciano solo in forma organizzata. Fabrizio Curcio, Capo Dipartimento Protezione civile, lo dice in conferenza stampa dal Dicomac di Rieti, in diretta bsu Sky Tg24. “Ci sono grandi problemi di viabilita”, la Salaria è chiusa, ma ci sono problemi dappertutto“, precisa Curcio, aggiungendo che sono in corso verifiche e controlli. Le persone delle aree colpite “vadano sulla costa”, è l”invito del Capo della Protezione civile, “al momento non c”e” la possibilità di assistenza in loco”.
LEGGI ANCHE:
30 Ottobre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»