AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Parma taxi più cari, ma crollano le tariffe per i turisti

PARMA  – Nuove tariffe, ampliamento dei servizi e incentivi per i turisti. Sono le principali novità per i taxi a Parma annunciate dall’assessore al Commercio Cristiano Casa, insieme ai rappresentanti di categoria, in una conferenza stampa in municipio, sotto i portici del Grano, dove era parcheggiata anche la nuova auto attrezzata per il trasporto dei disabili. “Abbiamo lavorato in stretto raccordo con i rappresentanti dei taxisti- spiega Casa- arrivando ad un risultato condiviso, che ci consente di offrire un servizio migliore, con sconti per determinati percorsi e soprattutto per i turisti che soggiornano a Parma, e con tariffe più basse rispetto a quelle in vigore nelle città vicine”.

taxi

In particolare, le nuove tariffe approvate dalla Giunta, su parere unanime dalla commissione comunale Taxi (di cui fanno parte anche le associazioni dei consumatori), tengono conto degli aumenti dei costi di esercizio (spese assicurative, carburante, manutenzione, personale e ammortamento del capitale) risultati dalle rilevazioni nazionali dell’Aci. L’incremento che è stato approvato è così pari al 10,97%, ovvero inferiore all’aumento dei costi di esercizio, che da luglio 2011 ad oggi è stato del 11,17%, anche rispetto alle tariffe attuali di città vicine a Parma, come Reggio Emilia e Modena. Sono stati inoltre individuati una serie di itinerari frequentemente percorsi dall’utenza (come dal posteggio della stazione all’ospedale e viceversa) per i quali è stata prevista una tariffa calmierata, prevedendo una riduzione media, rispetto al prezzo pieno, del 2,5%. Rimangono inoltre confermate le precedenti agevolazioni, come la gratuità del trasporto di passeggini e carrozzine disabili. La delibera comunale ha poi introdotto una misura a favore delle politiche di promozione turistica del territorio.

Con l’accordo di tutte le parti in causa, la tariffa della chiamata a domicilio verrà scontata del 100% per tutti i clienti che esibiranno la ricevuta di pagamento della tassa di soggiorno in una struttura ricettiva del Comune di Parma, con un risparmio per i turisti che stazionano la notte. La giunta ha inoltre approvato l’istituzione di una pianta organica distinta, diretta ad assicurare la funzionalità del servizio taxi in caso di guasto di vetture dei consorziati all’organismo associativo Radio Taxi. Si prevede, infatti, il rilascio di una licenza intestata al presidente del consorzio che potrà assegnarla, di volta in volta, ai propri associati in caso di fermo “tecnico” delle rispettive vetture ufficiali, così da assicurare la continuità del servizio. Infine, è stato previsto un bando di concorso pubblico per l’assegnazione di una licenza taxi a titolo oneroso (130.000 euro) con la disponibilità delle associazioni a reinvestire parte dei proventi (che per legge spettano loro nella misura dell’80% del totale) in sconti a favore di particolari categorie di utenza che verranno individuate dall’amministrazione comunale. Il servizio dovrà essere esercitato con un veicolo idoneo all’accesso autonomo dei portatori di handicap e a doppia alimentazione benzina-gpl o benzina-metano: il prototipo è stato esposto oggi sotto i Portici del Grano.

di Mattia Caiulo

Giornalista

30 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram