AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Lavoro, Istat: cala disoccupazione e aumentano occupati, +325mila in un anno. Renzi: “E’ l’effetto Jobs act”

lavoroLa stima dei disoccupati ad agosto diminuisce dello 0,4% (-11 mila). Il tasso di disoccupazione cala di 0,1 punti percentuali, proseguendo il calo del mese precedente (-0,5 punti) e arrivando all’11,9%. Nei dodici mesi la disoccupazione diminuisce del 5% (-162 mila persone in cerca di lavoro) e il tasso di disoccupazione di 0,7 punti. Lo rileva l’Istat.

Dopo il calo di giugno (-0,4%) e la crescita di luglio (+0,6%), la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce nell’ultimo mese dello 0,6% (-86 mila persone inattive), tornando al livello di giugno. Il tasso di inattivita’, e’ pari al 35,6%, in calo di 0,2 punti percentuali. Su base annua l’inattivita’ e’ in calo dell’1,7% (-248 mila persone inattive) e il tasso di inattivita’ di 0,5 punti. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo giugno-agosto 2015 il tasso di occupazione cresce (+0,2 punti percentuali), mentre calano il tasso di disoccupazione (-0,2 punti) e il tasso di inattivita’ (-0,1 punti).

lavoro

Dopo la crescita di giugno (+0,1%) e di luglio (+0,3%), ad agosto la stima degli occupati cresce ancora dello 0,3% con un incremento di 69 mila unita’. Questa crescita e’ determinata dall’aumento dei lavoratori alle dipendenze (+70 mila), in prevalenza a termine (+45 mila). Il tasso di occupazione aumenta di 0,2 punti percentuali, arrivando al 56,5%. Su base annua l’occupazione cresce dell’1,5% (+325 mila persone occupate) e il tasso di occupazione di 0,9 punti.

RENZI: EFFETTO JOBS ACT, + 325MILA POSTI E ITALIA RIPARTE – “I dati Istat certificano che il Jobs Act funziona. In un anno abbiamo recuperato 325 mila posti di lavoro, agosto su agosto. La disoccupazione che era quasi al 14% all’inizio dell’azione del Governo, adesso è sotto il 12%. Le riforme danno frutti, l’Italia riparte. Avanti tutta, adesso. C’è ancora molto da fare e possiamo farlo insieme, con la fiducia di chi sa che apparteniamo a un grande Paese, forte e orgoglioso. Viva l’Italia”, scrive il Premier Matteo Renzi su Facebook.

30 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988