AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE abruzzo

‘Il jazz italiano per L’Aquila’ cambia forma, ecco il programma

jazz italiano amatriceROMA  – A seguito dei tragici avvenimenti di questi giorni, ‘Il jazz italiano per L’Aquila’, iniziativa sostenuta e promossa per il secondo anno consecutivo dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e realizzato da associazione I-Jazz, unitamente a Midj-Musicisti italiani di jazz e Casa del jazz, diventa per questa edizione, ‘Il jazz italiano per Amatrice e per gli altri territori colpiti dal sisma’.

IL PROGRAMMA

Domenica 4 settembre, due grandi eventi con numerosi concerti caratterizzeranno la giornata: a Roma, dalla mattina al tardo pomeriggio alla Casa del jazz, e in serata a L’Aquila nel piazzale adiacente la basilica di Santa Maria di Collemaggio.

La musica, però, si farà sentire in tante altre città e comuni italiani, tra cui Cantalupo in Sabina (Ri) dove, grazie all’iniziativa dell’associazione Fara music, a partire dalle 18 in piazza Garibaldi si alterneranno sul palcoscenico artisti emergenti e altri di livello nazionale e internazionale.

A proposito il direttore artistico Enrico Moccia afferma: “Il reatino è stato il territorio più colpito dal sisma del 24 agosto, per questo il coinvolgimento emotivo è ancora più vivo per noi che viviamo a pochi chilometri da quei luoghi così martoriati. Il 4 settembre grazie alla generosità dei jazzisti italiani e grazie al grande lavoro di I-Jazz e di Midj, ci faremo sentire in molte città italiane, a partire da L’Aquila chiaramente in una grande Rassegna che si svolgerà su tutto il territorio nazionale. Il Fara music festival grazie alla disponibilità tecnica e organizzativa di ‘ARTErie-Rassegna di ipotesi espressive’ realizzerà una maratona musicale nella piazza principale di Cantalupo in Sabina. Sono sicuro che oltre ad alcuni tra i più rappresentativi musicisti italiani, che si esibiranno a titolo gratuito, non mancheranno l’affetto e la solidarietà del grande pubblico”.

Una grande giornata di solidarietà, dunque, con concerti previsti anche a Milano, Torino, Napoli, Novara, Parma, Catania, Courmayeur, Pisa, Barga, Empoli, Fano, Lecce, Nuoro e Sant’Anna Arresi, Lampedusa e molte altre città che si stanno aggiungendo in queste ore. Verrà inoltre attivata una campagna di crowdfunding nazionale e un sms solidale per raccogliere fondi destinati al restauro e alla riapertura del cinema teatro comunale ‘Giuseppe Garibaldi’ di Amatrice, luogo simbolo della cultura e della ricostruzione del tessuto sociale di uno dei centri storici distrutti dal sisma.

30 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988