Colombia, Santos: “Grazie Europa, alleata per un futuro di pace”

STRASBURGO – “Domenica si sono tenute le prime votazioni per scegliere il mio successore: è la prima volta dopo tanti anni che il voto è avvenuto in totale trasparenza e in un contesto essenzialmente democratico”. Così oggi il presidente della Colombia e premio Nobel per la pace, Juan Manuel Santos, ospite al Parlamento europeo a Strasburgo. “Il 17 giugno si deciderà chi guiderà il paese fino al 2022. Sono le prime elezioni da più di mezzo secolo che stiamo avendo senza alcuna minaccia di conflitto armato” ha sottolineato il presidente. “Gli osservatori europei hanno potuto vedere non solo la trasparenza e la regolarità delle procedure di voto, ma anche la grande partecipazione dei cittadini colombiani”. 

Secondo Santos, “la guerra con le Farc è finita” e il paese si sta avviando in un periodo transitorio di post-conflitto. “Oggi abbiamo un ex comandante delle Farc capo di un partito politico che domenica scorsa si è recato alle urne” ha detto il presidente. “Per la prima volta nelle aule parlamentari si discute di educazione, pensioni, fiscalità e non della guerra assurda che subivamo”. Santos ha poi ringraziato l’Ue per gli aiuti materiali che sono stati forniti alla Colombia per superare guerra e crisi. Secondo il presidente, “in un mondo pieno di conflitti irrisolti, la Colombia rappresenta un esempio virtuoso di pace”.

(di Alessio Pisanò)

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

30 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»