Sanità, PSd'Az: "Asl unica a Sassari e giù la paga del direttore" - DIRE.it

Sardegna

Sanità, PSd’Az: “Asl unica a Sassari e giù la paga del direttore”

consiglio regionale sardegnaCAGLIARI – La sede dell’Asl unica della Sardegna a Sassari. È il cuore della proposta del consigliere del Psd’Az Marcello Orrù, che oggi ha depositato tre emendamenti al disegno di legge 321 (Istituzione dell’Azienda sanitaria unica, a breve in discussione in Aula, ndr), “finalizzati- spiega l’esponente di minoranza- a razionalizzare i costi e abbattere gli sprechi del sistema sanitario“.

Il primo emendamento prevede appunto che la sede istituzionale e amministrativa dell’Asur sia a Sassari presso l’Azienda ospedaliero-universitaria. Secondo Orrù si tratterebbe della “restituzione di parte del maltolto al Nord Sardegna, visto che la giunta Pigliaru e la maggioranza di centrosinistra hanno penalizzato pesantemente Sassari con la riforma degli enti locali e con il mancato riconoscimento come città metropolitana, oltre ai continui tagli alla sanità e ai servizi del territorio”.

Le altre due modifiche al disegno di legge “riguardano rispettivamente il taglio del 50% dello stipendio per il direttore generale nei casi in cui arrechi situazioni di disavanzo o in presenza di violazione di leggi di buon andamento e imparzialità della amministrazione- spiega il consigliere- e la riduzione del 10% dello stipendio del direttore generale a far data dall’istituzione della nuova Asl unica“. Proposte concrete, sottolinea Orrù, “per tagliare gli sprechi dall’alto e non, come hanno fatto il presidente Pigliaru e l’assessore Arru, tagliando i servizi essenziali per i cittadini e mettendo in discussione il loro fondamentale diritto alla salute”.

30 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»