Primo maggio, Inail: “Finchè ci sarà anche solo un morto sul lavoro sarà una sconfitta per tutti”

lavoro_muratore_imprese

ROMA – In occasione del 1° maggio, Festa del Lavoro, e della tradizionale cerimonia di celebrazione alla presenza del Presidente della Repubblica presso la sede della direzione generale di piazzale Giulio Pastore, a Roma, l’Inail ribadisce il proprio impegno per l’efficace tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e per la diffusione e promozione della cultura della prevenzione.

Solo in termini di risorse economiche dedicate ai finanziamenti per il miglioramento degli ambienti di lavoro, l’Inail ha investito piu’ di un miliardo e 300 milioni negli ultimi cinque anni. Il sistema di finanziamenti prosegue nel 2016, anche con iniziative speciali per settori a maggior rischio. A cominciare dalla bonifica dell’amianto, inserito nel bando ISI di dicembre 2015, cui sono stati destinati 83 milioni di euro. All’innovazione tecnologica in agricoltura sara’ dedicato, invece, entro l’anno un bando di finanziamento per 45 milioni di euro (35 milioni nel 2017). I dati dell’andamento infortunistico disponibili sono positivi, ma non devono comunque far abbassare la guardia. Finche’ ci sara’ un solo morto per il lavoro, sara’ una sconfitta per tutte le istituzioni. 

30 Aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»